Questura di Torino

  • Corso Vinzaglio n.10 - 10121 Torino ( Dove siamo)
  • telefono: 01155881
  • fax: 0115588045
  • email: gab.quest.to@pecps.poliziadistato.it U.R.P. : urp.quest.to@pecps.poliziadistato.it (e-mail dedicata per richiedere informazioni, ad esempio per il permesso di soggiorno, passaporto etc.)

Torino: 5 arresti della Polizia di Stato nel quartiere Barriera Milano

Fra di essi anche un condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione

Diversi gli arresti effettuati dagli Agenti del Comm.to Barriera Milano nelle ultime ore.   

In 3 casi si è trattato di pusher che gravitavano nell’area di via Montanaro. I tre, di origine marocchina, senegalese e mauritana, detenevano addosso alla persona diversi ovuli di crack ed eroina. L’atteggiamento mantenuto e il confabulare con persone note come tossicodipendenti facevano scattare i controlli nei loro confronti. Complessivamente, si tratta di una quarantina di dosi di eroina e crack, che sono state sottoposte a sequestro.  I tre sono finiti in carcere per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Un altro cittadino straniero, di 33 anni, irregolarmente residente sul territorio nazionale, è stato arrestato  per rapina aggravata. Il fatto è accaduto lo scorso 3 Novembre  presso una caffetteria di Corso Giulio Cesare. L’avventore si presentava con fare molesto, come già tra l’altro aveva fatto nell’ultima settimana, e dopo aver ordinato una birra, non solo non la pagava ma estraeva un coltello col quale minacciava il proprietario  di ucciderlo se non gli avesse dato l’incasso della giornata. Questi contattava le forze dell’ordine; la volante del commissariato era nei pressi, pertanto gli agenti si mettevano subito all’inseguimento del reo che, vistosi raggiunto, opponeva nei loro confronti una forte resistenza. L’uomo è stato disarmato e tratto in arresto per rapina aggravata, resistenza e minaccia a P.U., nonché denunciato per danneggiamento e per il porto del coltello.

Infine, un cittadino italiano di 54 anni, che si trovava già agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, è stato raggiunto da un provvedimento di immediata carcerazione, dovendo espiare una pena  di 3 anni e 8 mesi di reclusione per reati inerenti agli stupefacenti.    


09/11/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/11/2017 13:00:03