Questura di Terni

Servizi di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato

L'attività di questi due giorni ha riguardato sia Terni che Orvieto

            Era già stato espulso con un ordine del Questore di Terni il tunisino fermato ieri pomeriggio in città da una pattuglia della Polizia di Stato durante l’attività di perlustrazione e controllo del territorio finalizzata, tra l’altro, al contrasto dell’immigrazione clandestina.

            L’uomo era stato allontanato dal Territorio Nazionale il 25 gennaio scorso, perché privo di permesso di soggiorno, ma non aveva lasciato l’Italia entro i termini previsti dal provvedimento.

            Trentunenne, senza fissa dimora e gravato da precedenti penali per reati di droga, è stato intercettato di nuovo dalla Squadra Volante in Corso Vecchio e dopo la denuncia per non aver ottemperato alla precedente misura, è stato di nuovo espulso.

            Sempre nella giornata di ieri, un italiano di origini tunisine è stato denunciato per l’inosservanza della sorveglianza speciale, misura di prevenzione alla quale era stato sottoposto perché ritenuto pericoloso per la società.

            E’ di ieri sera, l’intervento della Volante in un appartamento per una lite in famiglia in corso; a chiamare la Polizia di Stato è stata proprio la vittima, una donna italiana di 36 anni, che ha denunciato il marito italiano e coetaneo per averla picchiata, un’ennesima volta, davanti ai figli minori. La donna, in sede di denuncia, ha ammesso di essersi rivolta in due occasioni in passato alle cure dei sanitari, omettendo le ragioni delle lesioni. L’uomo è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia in flagranza.

            Questa mattina, ad Orvieto, in una zona recentemente teatro di truffe ad anziani e di furti, all’interno di un supermercato, una nomade di 47 anni, cittadina rumena, è stata fermata dagli agenti su segnalazione da parte degli addetti alla sorveglianza. Dal controllo in banca dati sono emersi decine di precedenti penali per reati commessi con altrettanti alias, inoltre la donna aveva con sé diverse centinaia di euro, sulla cui provenienza sono in corso accertamenti.

Una vecchia conoscenza per la pattuglia della Volante intervenuta, dato che l’anno scorso gli stessi agenti avevano fermato la donna che era risultata colpita da un provvedimento di esecuzione e di conseguenza era stata arrestata. Nonostante abbia scontato sette mesi di reclusione per cumulo di pene per furto, la donna è tornata nella “Città della Rupe” per imbattersi di nuovo nella stessa pattuglia.

            Su disposizione del Questore di Terni, nei confronti della donna è stata emessa la misura del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Orvieto per tre anni. 


01/03/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

22/10/2018 08:12:32