Questura di Ravenna

  • Viale Enrico Berlinguer, 20 - 48124 RAVENNA ( Dove siamo)
  • telefono: 0544294111
  • email: gab.quest.ra@pecps.poliziadistato.it

“Bullismo: 15 minorenni denunciati”

“Bullismo: 15 minorenni denunciati”

La Polizia di Stato ha denunciato a piede libero, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni dell’Emilia Romagna di Bologna, quindici minorenni ravennati ritenuti responsabili, in concorso fra loro, dei reati di violenza privata continuata, lesioni aggravate e minacce continuate.

        Il 20 febbraio 2018 la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni    dell’Emilia Romagna ha delegato alla Polizia di Stato lo sviluppo di dettagliati accertamenti in ordine ad alcune denunce sporte, presso l’Ufficio Denunce della Questura di Ravenna, dai genitori di tre minorenni vittime dei gravi reati sopra indicati commessi nei loro confronti, nel periodo fra gennaio ed aprile 2018, da altri minori anche utilizzando i social.

        L’attività d’indagine è stata condotta dalla Divisione Anticrimine, da sempre in prima linea nella costante attività di prevenzione e contrasto della criminalità giovanile, attraverso intense ed efficaci azioni di interazione con i minori coinvolti e le rispettive famiglie, nonché approfonditi accertamenti investigativi, servizi sul territorio, acquisizione e visione delle immagini riprese dalle telecamere, estrapolazione ed analisi di numerose chat Instagram e Whatsapp.

        In particolare gli investigatori della Divisione Anticrimine hanno ricostruito le dinamiche interne al gruppo dei minorenni coinvolto nella vicenda, delineando i ruoli di ogni singolo componente in modo da attribuire a ciascuno specifiche responsabilità quali protagonisti di diversi episodi e condotte illecite che, seppure inserite nella logica del “branco”, si sono sviluppate per ciascuno in modo diversificato.

        La ricostruzione dei fatti ha consentito al personale della Divisione di svelare che il singolo, iniziale, episodio di lesioni personali celava, in realtà, un contesto di bullismo, in cui, per futili motivi, le parti offese sono state non solo picchiate, ma sottoposte a umiliazione e offese davanti al “gruppo”, composto anche da ragazze, ed anche minacciate nei pressi degli Istituti Scolastici frequentati e soprattutto anche a mezzo chat.

        L’esatta ricostruzione delle vicende oggetto di denuncia ha permesso all’A.G., al termine delle indagini, di delegare alla Divisione Anticrimine gli interrogatori dei 15 minorenni indagati per violenza privata continuata, lesioni aggravate e minacce continuate in concorso. 

        Gli interrogatori e l’ulteriore attività investigativa hanno confermato il quadro accusatorio già delineato.

     

Ravenna, 12 aprile 2019


13/04/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/08/2019 06:13:29