Questura di Pavia

  • Via Rismondo nr.68 - 27100 Pavia ( Dove siamo)
  • telefono: 03825121
  • fax: 0382512777
  • email: gab.quest.pv@pecps.poliziadistato.it , urp.quest.pv@pecps.poliziadistato.it , anticrimine.quest.pv@pecps.poliziadistato.it
  • facebook
  • twitter

Rubano una pala caricatrice a Belgioso - Rintracciati a Zeccone e arrestati dalla Polizia dopo un rocambolesco inseguimento

Avevano appena rubato una pala caricatrice da una cava sita a Belgioioso, in località San Giacomo, ma non avevano evidentemente fatto i conti né con l’impianto di allarme perimetrale del cantiere e il sistema satellitare del mezzo né con la prontezza operativa delle pattuglie della sezione Volanti e della Polizia stradale di Pavia.

B. G., classe 1979, italiano, nato a Sant’Angelo Lodigiano e residente a Borghetto Lodigiano, e A. J., classe 1980, albanese, residente a Lodi, entrambi con precedenti penali e segnalazioni di polizia, verso le ore 20.40 circa di ieri (26 gennaio, ndr) si sono furtivamente introdotti, abbattendo la rete metallica di recinzione, in una cava di proprietà della società RMSCAVI s.r.l., dalla quale hanno asportato una macchina caricatrice, a bordo della quale intendevano darsi alla fuga. Purtroppo per loro, le irruente modalità di accesso hanno fatto scattare l’impianto d’allarme e propiziato l’intervento sul posto del titolare della ditta, che, accortosi del furto del macchinario, ha subito contattato la sala operativa della Questura, comunicando i dati e, tramite la società gestrice della tecnologia GPS installata sul veicolo rubato, anche la posizione satellitare dello stesso, che veniva prontamente rintracciato, con a bordo proprio i due soggetti, in prima battuta da una pattuglia della polizia stradale nei pressi di Villareggio, una frazione di Zeccone. Poco dopo sopraggiungeva una volante e veniva intimato l’alt ai due fuggitivi, i quali, per tutta risposta, abbandonavano repentinamente il mezzo nelle vicinanze di un caseggiato e si davano alla fuga appiedata campestre in direzioni opposte, scatenando un lungo inseguimento per le campagne da parte dei poliziotti, culminato con l’arresto, alle ore 21.40 circa, di entrambi i malviventi-fuggiaschi (fino all’ultimo riottosi, tanto da costringere gli agenti a utilizzare le manette di sicurezza) per i reati di furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.

Condotti in Questura per le formalità di rito e associati a delle camere di sicurezza su disposizione del magistrato di turno, per B.G. e A.J. è previsto nella giornata di oggi (27 gennaio) il giudizio direttissimo innanzi il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Pavia.

L’episodio si segnala positivamente, oltre che per l’assicurazione di due malfattori alla giustizia, anche per l’efficace e sinergica collaborazione tra polizia e cittadino (in questo caso, il titolare e i soci dell’azienda proprietaria del mezzo sottratto), che ha consentito di ottenere in tempi brevi (un’ora dalla segnalazione di furto) un importante risultato per la sicurezza pubblica e la proprietà privata.


27/01/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

18/10/2018 03:09:30