Questura di Napoli

  • Via Medina n. 75 - 80133 Napoli ( Dove siamo)
  • telefono: 0817941111
  • email: urp.quest.na@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

La Polizia irrompe in un’abitazione ed arresta una coppia di spacciatori

La Polizia irrompe in un’abitazione ed arresta una coppia di spacciatori

incinta di 3 mesi sconterà i domiciliari, mentre l’uomo è stato condotto in carcere: sequestrata droga per oltre 350 dosi di cocaina

Incinta di 3 mesi ed in compagnia del marito, gestiva una fiorente “piazza di spaccio” al Corso Meridionale, ma sono stati scoperti dalla Polizia di Stato ed arrestati, nella tarda serata di ieri.

Gli agenti del Commissariato di Polizia “Vasto-Arenaccia”, unitamente a personale della V sezione della Squadra Mobile, nella giornata di ieri, ad epilogo di una intensa attività investigativa, hanno fatto irruzione nell’appartamento della coppia, sorprendendoli in flagranza.

Approfittando dell’arrivo di un acquirente, i poliziotti dopo aver circondato il perimetro dello stabile, si sono introdotti nell’abitazione ubicata al primo piano della scala D di Corso Meridionale, 51.

Nell’attimo in cui si apriva la porta, l’acquirente cedeva una banconota da €.10,00 pronunciando, alla donna che era sull’uscio : “il solito”.

Avuta la certezza che l’attività di spaccio fosse in corso, prontamente gli agenti facevano irruzione in casa, creando l’effetto sorpresa.

Nel corso della perquisizione, sequestrata una busta in carta riposta sul tavolo in cucina, contenente 33 dosi già confezionate di “cocaina”, 4 diverse buste in cellophane contenenti cocaina in polvere ed in forma solida, pronta per essere tagliata, nonché un bilancino di precisione.

In camera da letto, invece, rinvenuta la somma in contante di €.640,00, suddivisa in banconote di vario taglio, nonché un borsello contenente una dose di cocaina e 6 di droga sintetica del tipo Ecstasy.

La donna, Catia Nappi, che proprio oggi festeggia 28 anni, è stata arrestata e sottoposta agli arresti domiciliari in quanto incinta, perché responsabile, in concorso con Giuseppe Rinaldi, pregiudicato di 31 anni, per del reato di detenzione e spaccio di droga.

Rinaldi, che registra precedenti specifici, un tempo abitante nella zona delle “Case Nuove”, è stato condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale, inoltre, risulta essere il cugino del più noto Ciro Rinaldi, conosciuto negli ambienti criminali con lo pseudonimo “My-way”, capo dell’omonimo clan che opera nel quartiere San Giovanni a Teduccio.

La droga rinvenuta, utile al confezionamento di altre 350 dosi, è stata sequestrata e l’acquirente è stato segnalato alla competente Autorità.


09/03/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/11/2018 17:23:11