Questura di Napoli

  • Via Medina n. 75 - 80133 NAPOLI ( Dove siamo)
  • telefono: 0817941111
  • email: urp.quest.na@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Da ieri al vertice della Questura di Napoli, Luigi Merolla, che prende il posto di Santi Giuffrè.

Il nuovo Questore, dopo aver ricevuto Dirigenti e Funzionari, ha incontrato la stampa cittadina.

Alle ore 11/00, diieri 1° marzo 2011, presso la Sala Ammaturo della Questura di Napoli, il Questore di Napoli, Luigi Merolla, ha incontrato i giornalisti.

Il ringraziamento, innanzitutto, al Ministro dell'Interno, Roberto Maroni e al Capo della Polizia di Stato, prefetto Antonio Manganelli per l'incarico affidatogli, a cui aspirava da tempo, dato il suo legame profondo con Napoli, città nella quale è nato e ha vissuto a lungo.

Il dr. Luigi Merolla ha esordito dicendo che equipara la Questura di Napoli a un difficile vascello che, ora in acque tempestose ora in acque calme, navigherà con a bordo i giornalisti, con i quali intende tenersi a stretto contatto al fine di consolidare i risultati già ottenuti. Il viaggio insieme a loro rappresenterà un'esperienza a stretto contatto, attraverso la quale la Polizia di Stato aiuterà gli addetti ai lavori a raccontare questa città: i poliziotti comunicheranno informazioni, i cronisti divulgheranno notizie. Raccontare non per apparire "belli", ma raccontare con rispetto dei valori, con equilibrio avendo stima di questa terra.

Ha anche ribadito, come già aveva anticipato, "tratterò tutto con la stessa attenzione, consapevole del fatto che in questa città tutto si tiene, nel bene come nel male". "Priorità? Non me ne pongo, perché ritengo che non possano esserci campi di azione privilegiati rispetto ad altri" e qui ha usato una metafora, tornando ai tempi di quando era studente presso il Liceo Classico "Vittorio Emanuele", sostenendo che non si può essere uno studente modello se ci si impegna solo su alcune materie trascurando le altre, altrimenti per avere una pagella presentabile, bisognerà fare una fatica inaudita per recuperare le materie tralasciate.

Il nuovo Questore della città ha dichiarato che punta molto sulla prevenzione, e per questo si pone come obiettivo fondamentale quello di affrontare il problema della devianza minorile, dedicando particolare attenzione all'implementazione di tutti i rapporti istituzionali tra la Questura e gli organi di riferimento, a cominciare dal Tribunale per i Minori. L'azione della Polizia di Stato partenopea sarà a sostegno della Scuola, del Volontariato e delle Parrocchie.

Gli auguri di buon lavoro a tutti i poliziotti, dirigenti, funzionari, personale tutto, sindacati, affinchè tutti possano lavorare serenamente per questa città e provincia. Ha aggiunto che in una provincia di 3 milioni di abitanti, sarebbe velleitario prefiggersi degli obiettivi da raggiungere da solo.

Nell'occasione, vi è stato anche il passaggio del testimone dal portavoce della Questura di Napoli, Vice Questore Aggiunto dr.ssa Angelina Costanzo, al Vice Questore Aggiunto dr.ssa Valeria Moffa.
01/03/2011
(modificato il 02/03/2011)

27/05/2019 02:11:08