Questura di Napoli

  • Via Medina n. 75 - 80133 NAPOLI ( Dove siamo)
  • telefono: 0817941111
  • email: urp.quest.na@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

“PON Sicurezza: Ciak si cambia”. Ieri 1° marzo e oggi 2 marzo 2011, alle ore 21 in onda su canale 5, il film "Come un delfino".

Presentato in prima visione a Scampia, nel pomeriggio di venerdì 25 febbraio 2011, alla presenza dell’Autrorità di Gestione, Prefetto Nicola Izzo e di Raoul Bova, ieri e oggi in TV.

Ieri I° marzo e oggi 2 marzo 2011, alle ore 21/00, su canale 5 andrà in onda "Come un delfino", presentato nel pomeriggio di venerdì 25 febbraio 2011, nell'ambito dell'evento "PON Sicurezza - Ciak si cambia", a Scampia, presso l'Istituto Tecnico Industriale Statale "Galileo Ferraris".

La proiezione ha visto la partecipazione dell'Autorità di Gestione del programma PON Sicurezza, Prefetto Nicola Izzo, del Sig. Questore di Napoli, dr. Santi Giuffrè, di Autorità Civili e Militari e dei protagonisti del film con Bova: Ricky Memphis, Maurizio Mattioli, Paolo Conticini e il regista Stefano Reali.

Presenti anche gli atleti del Gruppo Sportivo Fiamme Oro partenopee, che hanno voluto omaggiare Raoul Bova, per il significativo contributo e vicinanza ai concetti e alle problematiche affrontati.

La scelta di proiettare il film in una scuola è in linea con l'attenzione che il PON dedica ai giovani.

La proiezione è stata introdotta da un breve dibattito moderato dall'inviato di "Repubblica" Conchita Sannino.

Il film racconta la storia di un gruppo di ragazzi a rischio, che attraverso lo sport e con l'aiuto del loro allenatore di nuoto, interpretato da Bova, comprendono l'importanza del rispetto delle regole, nello sport come nella vita.

Nella fiction, si fa riferimento più volte alle opportunità offerte dal "PON Sicurezza", il programma gestito dal dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno e cofinanziato dall'Unione Europea. Infatti la piscina in cui si allenano i protagonisti fa parte di un bene confiscato alla criminalità organizzata, riqualificato proprio grazie ai fondi messi a disposizione dal PON. Ai ragazzi viene data, così, la possibilità di continuare ad allenarsi e di riscattarsi agli occhi della società civile.


26/02/2011
(modificato il 02/03/2011)

18/07/2019 19:27:52