Questura di Modena

  • Via Giovanni Palatucci, 15 - 41122 Modena ( Dove siamo)
  • telefono: 059/410411
  • email: gab.quest.mo@pecps.poliziadistato.it

Fermo di polizia giudiziaria effettuato dalla Polizia di Stato nei confronti di uno straniero di 23 anni responsabile di rapina e violenza sessuale

Fermo del 13.07.2017

Alle 8.30 di ieri un equipaggio della Squadra Volante ha sottoposto a fermo di polizia giudiziaria uno straniero del Gambia, E.D. di 23 anni, responsabile dei reati di rapina e violenza sessuale.

I fatti si sono svolti su un treno regionale proveniente da Bologna e diretto a Parma quando, alle 5,30, una giovane coppia ha visto sedersi di fronte al proprio posto il giovane straniero che dopo alcuni ammiccamenti ha iniziato ad allungare le mani sulle gambe di una bielorussa ventitreenne.

I due dopo avere respinto l’uomo si sono immediatamente spostati su altre sedute ma lo straniero ha continuato a seguirli e a molestare la ragazza.

Le avance condotte con insistenza hanno spinto un kosovaro, che si stava recando al lavoro a Parma, ad intervenire energicamente al punto che lo E.D. vistosi pressato lo ha colpito con un violento pugno al volto e dopo averlo spintonato gli ha persino portato via il portafogli contenente circa 600 euro. Successivamente si è allontanato dal vagone nel tentativo far perdere le proprie tracce.

Nel frattempo grazie all’intervento del capotreno è stata data comunicazione alla sala Operativa della Questura di quanto accaduto.

All’arrivo, presso la stazione ferroviaria di Modena, l’aggressore si è immediatamente dato a precipitosa fuga, ma grazie alle immediate testimonianze raccolte dagli uomini della Squadra Volante, che hanno fornito un quadro descrittivo del soggetto assolutamente dettagliato, consentendo ad un secondo equipaggio Volante d’intercettare E.D. in via Monte Kosica mentre si dava a precipitosa fuga.

L’uomo, pertanto, è stato condotto presso gli Uffici della Questura e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria quale indiziato dei delitti di rapina e violenza sessuale.

Inoltre, è emerso che lo straniero, sebbene titolare di permesso di soggiorno quale richiedente asilo, risulterebbe domiciliato presso una struttura d’accoglienza e pertanto è stato immediatamente segnalato alla Prefettura per valutarne la permanenza dei presupposti d’accoglienza quale richiedente asilo.

Al termine degli accertamenti l’uomo è stato condotto presso la casa Circondariale di Modena a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


13/07/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

15/12/2017 20:50:55