Questura di Matera

  • Via Gattini n.12 - 75100 MATERA ( Dove siamo)
  • telefono: Centralino 0835378111
  • fax: 0835378777
  • email: urp.quest.mt@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Sabato, 26 gennaio 2019 – seconda giornata di “Una vita da social” contro il cyberbullismo

Cuoriconnessi2

Matera ospita la nuova tappa della campagna di sensibilizzazione #cuoriconnessi2 realizzata dalla Polizia di Stato

Nella mattinata di sabato 26 gennaio, si è svolta a Matera la seconda giornata della campagna della Polizia di Stato “Una vita da social”, promossa dalla Polizia di Stato, per sensibilizzare contro il fenomeno del cyberbullismo.

Circa 400 studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori, accompagnati dai propri insegnanti, hanno gremito la sala dell’Auditorium del Conservatorio, situato nella splendida cornice di Piazza del Sedile, per incontrare gli operatori del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni che hanno fornito loro dei consigli utili su un uso corretto della tecnologia, invitandoli ad interagire con domande.  

All’iniziativa sono intervenuti, oltre al Questore Luigi Liguori, il Prefetto di Matera Antonella Bellomo e i rappresentanti delle altre Forze di Polizia e dell’Ufficio Scolastico Provinciale. Il Questore, dopo aver salutato i presenti, ha rivolto un breve discorso ai ragazzi sul tema della legalità, che deve ispirare il loro agire anche sui social network, alla luce del fatto che la Rete è una piazza virtuale, una moderna agorà dove è giusto esprimere la propria libertà di pensiero ma nel rispetto dei diritti e delle libertà altrui.

A seguire, il giornalista Luca Pagliari, anche con l’aiuto di brevi filmati e di foto significative, ha illustrato ai ragazzi casi concreti, oggetto di indagini della Polizia Postale e delle Comunicazioni, di pericoli nei quali sono incorsi giovani vittime che hanno usato i social media senza consapevolezza.

Messaggi, immagini e video caricati in rete, si diffondono in maniera incontrollata e restano presenti nel web per sempre, creando problematiche che in alcuni casi possono avere risvolti drammatici nella vita dei ragazzi. I ragazzi sono stati invitati a riflettere sul peso delle parole, sul loro valore e sulla loro potenza.

Al contrario, Luca Pagliari ha anche evidenziato le grandi opportunità che un uso corretto degli stessi social può offrire, raccontando la storia di giovani che hanno colto nell’uso dei social un’opportunità di lavoro o un’occasione per rompere l’isolamento patito dopo un terremoto.

A seguire è stato proiettato in sala un docufilm, basato su fatti realmente accaduti, dal titolo “La stagione ritrovata”, dove si racconta la storia di una adolescente vittima di cyberbullismo, che si è rivolta alla Polizia Postale delle Comunicazioni, la quale oltre alle indagini e attività di competenza, l’ha aiutata a recuperare dignità e voglia di vivere che credeva perdute.

Al termine, gli studenti hanno rivolto tantissime domande agli operatori della Polizia Postale, ricevendo risposte e consigli.

Dopo Matera, il tour realizzato dalla Polizia di Stato, farà tappa in altre 46 città sul territorio nazionale, all’interno di teatri o scuole.


26/01/2019

23/04/2019 02:24:26