Questura di Massa Carrara

  • Via del Patriota n.1 - 54100 Massa Carrara ( Dove siamo)
  • telefono: 0585-4941
  • fax: 0585-494777
  • email: urp.quest.ms@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza fermano un traffico di stupefacenti a Marina di Massa.

Blitz Colonia Motta

A seguito di attività investigative ed una capillare azione di controllo del territorio è stata individuata la presenza di alcuni soggetti stranieri che hanno attirato i sospetti del personale delle Volanti per gli atteggiamenti mostrati, inequivocabilmente sintomatici di attività di spaccio di stupefacenti. Ciò anche a seguito di segnalazioni informali, di contatti con la comunità, di mere ipotesi formulate dai passanti che spesso interagiscono con le pattuglie in servizio sul territorio che hanno costituito una importante traccia da cui sono partite le attività di polizia.

Dopo alcuni giorni di attente verifiche, di attività di osservazione, di pattugliamenti svolti a ridosso dell’area interessata, l’intuito degli investigatori ha suggerito l’opportunità di far scattare un vero e proprio blitz.

All’ora concordata, l’edificio in disuso una volta sede della colonia estiva “Motta” è stato stretto dalla morsa delle pattuglie delle Volanti della Questura, del Reparto Prevenzione Crimine “Toscana”, della Squadra Mobile e dalle pattuglie della Compagnia della Guardia di Finanza di Massa.  Sono bastati pochi minuti per sequestrare stupefacenti, danaro, cellulari chiaramente provento di furto. Al termine della perquisizione dell’intero complesso, cinque cittadini stranieri sono stati accompagnati in Questura.

            Al primo piano della colonia, venivano sorpresi alcuni cittadini stranieri che abusivamente occupavano l’immobile, e che detenevano numerosi involucri di sostanza stupefacente identificata come cocaina, già confezionata per lo spaccio al “minuto”. A riprova di ciò, una ingente quantità di danaro rinvenuta nella disponibilità degli stessi.

            Oltre il fiuto degli investigatori, l’intervento di “Fagas”, un pastore tedesco unità cinofila della Guardia di Finanza, ha segnato la differenza, consentendo il recupero di altre dosi di sostanza stupefacente.

            In Questura il passato “dattiloscopico” di ognuno dei 5 cittadini stranieri è stato ricostruito meticolosamente, sin dalla loro prima presenza sul territorio nazionale, passando attraverso i vari precedenti di polizia che hanno segnato il loro recente trascorso anche in questa provincia. Pur in assenza di documenti, la Polizia Scientifica ha ricostruito tutti gli “alias” e le precedenti identità dichiarate da ciascuno.

Uno di loro, di anni 20, inequivocabilmente colto in una situazione di detenzione di sostanze stupefacenti per finalità di spaccio, è stato tratto in arresto.

Per tutti si è attivata una speciale task force del settore immigrazione della Questura. Sono state controllate le posizioni di ciascuno nelle banche dati nazionali ed internazionali per la verifica delle eventuali procedure amministrative esistenti a loro carico. Le posizioni dei soggetti sono state processate per l’avvio dell’iter finalizzato alla loro espulsione.

            Il bilancio dei sequestri frutto dell’azione congiunta è il seguente:

gr. 20 di cocaina sequestrata, tutta confezionata in 30 “palline” pronte per lo smercio;

600 euro in banconote da 50 e 20 euro;

dispositivi elettronici vari (cellulari provento di furto, navigatori e fotocamera).


31/01/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

22/07/2018 20:45:28