Questura di Massa Carrara

  • Via del Patriota n.1 - 54100 Massa Carrara ( Dove siamo)
  • telefono: 0585-4941
  • fax: 0585-494777
  • email: urp.quest.ms@pecps.poliziadistato.it
  • facebook

Arrestato Carrarese mentre ruba dei cavi di rame sui binari della stazione ferroviaria

Controlli ai Giardini Pubblici. La polizia denuncia due persone.

Ad ulteriore attestazione dell’efficienza del capillare e continuativo servizio di pronto intervento garantito dal Commissariato di Carrara a presidio dell’ordinata convivenza civile, nei giorni scorsi è stato assicurato alla giustizia un cittadino 44enne,  resosi responsabile del delitto di rapina impropria aggravata.

In particolare, in orario serale, un cittadino dimorante nei pressi della stazione Carrara-Avenza riferiva alla locale Sala Operativa di aver sorpreso un individuo nell’atto di sradicare con una cesoia svariati trefoli di rame (cd. oro rosso) dai binari ferroviari; intimatogli di cessare la condotta illecita, lo stesso si è visto puntare alla gola dal malvivente un taglierino, venendo minacciato di morte nel caso in cui non gli avesse lasciato via libera. Temendo per la propria incolumità, l’inerme cittadino permetteva al soggetto di allontanarsi dal luogo del furto, provvedendo ad indicarne la posizione al locale “113”.  Le pattuglie sul territorio si portavano immediatamente nelle pertinenze della stazione e, grazie ad un’oculata quanto rapida ricognizione dei luoghi, riuscivano a individuare un uomo in fuga con al seguito un borsone di grandi dimensioni, dal quale fuoriuscivano visibili attrezzi da scasso. Nella contestualità identificativa emergeva che il sospetto,  risultava gravato da numerosi pregiudizi di polizia, oltre che da precedenti penali per delitti particolarmente efferati.Sottoposto a perquisizione personale veniva trovato in possesso della refurtiva, consistente in svariati cavi di rame recanti i segni della recisione e custoditi all’interno del borsone unitamente ad una grossa cesoia, guanti da lavoro  in gomma, una  casacca  catarifrangente, nonché altri strumenti utili all’asportazione del rame dai binari ed al camuffamento da “addetto ai lavori” per poter svolgere la propria attività delittuosa in favorevole anonimato: nella tasca del giubbotto veniva, inoltre, rinvenuto il “cutter” utilizzato per perpetrare le gravi minacce. Alla luce dei riscontri acquisiti, l’indagato veniva tratto in arresto e sottoposto a temporanea custodia in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida. Questa, celebrata il giorno seguente, ha avuto esito confermativo di corretta esecuzione restrittiva ed ha portato all’irrogazione della misura coercitiva della custodia cautelare in carcere.


31/03/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

23/10/2017 17:32:03