Questura di Macerata

  • Piazza della Libertà, 15 - 62100 Macerata ( Dove siamo)
  • telefono: 073325411
  • email: urp.quest.mc@pecps.poliziadistato.it

Controlli a 360° della Polizia di Stato – Massima legalità

Macerata controlli

comunicato stampa del 17 aprile 2018

Il Questore intende sottolineare, al fine di rassicurare la Provincia ed in particolare i cittadini di Macerata e trasmettere, dunque, una percezione maggiore di sicurezza anche in relazione degli ultimi cruenti eventi relativi alla Morte di Pamela MASTROPIETRO e alla cattura di Luca TRAINI, che il controllo del territorio è capillare, completo, nulla viene tralasciato e, quindi,  viene assicurato a 360° in guisa tale da garantire la giusta e doverosa tranquillità, serenità e fiducia a tutta la collettività. Al riguardo appare doveroso e significativo evidenziare che nei primi mesi del 2018 sono stati effettuati circa 80 arresti, sono state denunciate circa 700 persone molti collegati allo spaccio di sostanze stupefacenti e sono stati sequestrati circa 5 Kg di cocaina, circa 4 Kg di eroina, circa 3Kg.  di hashish e circa 15 Kg.  di marijuana .

Macerata: continuano i controlli di prevenzione da parte della “Volante” e del reparto prevenzione Crimine di Perugia

Nella giornata di ieri a Macerata, nel corso dei servizi, finalizzati anche al contrasto del degrado urbano, particolare attenzione è stata dedicata ai luoghi di ritrovo dei giovani e alle aree verdi presenti in città. Gli agenti hanno identificato 75 persone, sottoposto a controllo 40 veicoli ed effettuato sei  perquisizione personali per la ricerca di sostanze stupefacenti nei confronti di altrettanti soggetti pregiudicati.

Nella tarda serata di ieri inoltre, gli agenti della “Volante” sono intervenuti in Piazza Nazario Sauro ove era stato segnalato un cittadini extracomunitario che stava urinando a ridosso delle mura dell’Arena Sferisterio.

Sulla base delle descrizioni fornite dal cittadino che aveva chiamato il 113, lo straniero veniva rintracciato disteso a terra nella vicina Piazza Mazzini. Da successivi accertamenti è emerso che lo stesso, senegalese di 46 anni residente in provincia,  era destinatario di un provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio emesso dalla Questura di Macerata con divieto di fare rientro in questo comune, motivo per cui verrà denunciato all’A.G.

 

Civitanova Marche: Individuato dalla Polizia di Stato l'autore di una rapina a mano armata.

Il giorno 14 aprile scorso un 49enne di Civitanova Marche chiamava il 113 riferendo agli agenti di Polizia intervenuti che verso le ore 16.00, mentre si trovava nel garage di sua proprietà si era allarmato poiché aveva sentito dei rumori sospetti provenire dagli adiacenti box auto, siti nella galleria parallela a quella dove si trovava il suo. Insospettito del fatto, si era avvicinato alla fonte del rumore notando che un uomo travisato dal cappuccio del giaccone che indossava, si stava aggirando nei pressi dei garage di proprietà di altri condomini.

Il civitanovese era subito intervenuto per far desistere l’uomo dalla chiara intenzione di compiere furti ma questi lo aveva subito aggredito  afferrandolo al collo e brandendo  una pistola la cui canna veniva spinta con forza sul collo della vittima che veniva minacciata di morte qualora si fosse rifiutata di consegnare tutti i soldi che deteneva. Nella circostanza scaturiva una violenta colluttazione nel corso della quale il civitanovese, sebbene ferito alla mano sinistra, riusciva a disarmare l’aggressore e una volta scopertone il volto, a riconoscerlo come persona a lui nota come un noto pluripregiudicato della zona.

Il civitanovese, raggiunto da altri condomini riusciva a chiamare i soccorsi ma con una mossa repentina il malvivente riusciva a divincolarsi e a scappare allontanandosi a bordo di un’auto al volante della quale vi era  una donna che lo aspettava poco distante.

Gli agenti immediatamente intervenuti, raccoglievano le dichiarazioni delle persone coinvolte nella rapina  ed intuito chi fosse l’autore del gesto criminoso si mettevano alla sua ricerca fino a quando, solo due ore dopo, l’uomo veniva rintracciato a bordo dell’autovettura unitamente alla sua complice.

Gli agenti, in sede di sopralluogo nel luogo ove era stato perpetrato il tentativo di rapina, riscontravano che il malvivente aveva forzato le serrande di alcuni garages senza tuttavia riuscire ad impossessarsi di oggetti o altro. Gli agenti  procedevano altresi’ al sequestro di due pistole scacciacani prive di tappo rosso e del tutto identiche a quelle in uso alle Forze di Polizia di cui una utilizzata per la rapina e una caduta al malvivente durante la colluttazione.

Il rapinatore, 43 anni, residente in provincia, bloccato dalla Polizia, è ritenuto una persona pericolosa che vive abitualmente con i proventi di attività delittuose ed è solito accompagnarsi a persone pregiudicate per gravi reati contro il patrimonio, contro la persona e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo e la sua complice, 25 anni, anch’essa residente in provincia, sono stati deferiti all’A.G. per i reati di tentata rapina, tentato furto in concorso tra loro e lesioni visto che il civitanovese che era intervenuto a seguito della colluttazione ha riportato lesioni giudicate guaribili in alcuni giorni.

 

 


17/04/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

17/11/2018 18:24:22