Questura di Lodi

  • Piazza Castello n.30 - 26900 Lodi ( Dove siamo)
  • telefono: 03714441
  • fax: 0371444777
  • email: urp.quest.lo@pecps.poliziadistato.it

POLIZIA DI STATO: Sgominata la banda dei box, individuata la baby gang.

La Questura denuncia cinque minorenni e tre diciottenni.

L’Ufficio Prevenzione Generale e la Squadra Mobile di Lodi hanno individuato otto giovani che da mesi saccheggiavano box e rubavano autovetture a Lodi e in provincia.

La Questura da tempo sulle tracce di questa banda,  aveva già recuperato numerosi veicoli provento di furto.

I denunciati la sera, per vincere la noia, andavano “a fare box”. Questa è l’espressione che usavano prima di porre in essere razzie e scorribande sia a Lodi che nei comuni limitrofi come se vivessero in un videogame.

L’obiettivo era, non tanto quello di trarne profitto, ma quello di agire per pura noia.

Gli stessi rubavano auto e moto, causando parecchi danni ai garage, poi si lanciavano in folli corse, fino a quando non decidevano di abbandonare i mezzi nelle vie cittadine o nei campi circostanti.

Negli ultimi giorni, avevano alzato il livello delle loro imprese. Infatti, i raid erano diventati sempre più frequenti e mirati, avendo preso contatti con un ricettatore per rivendere le auto rubate.

La svolta delle indagini è avvenuta alla fine di aprile, quando, su segnalazione giunta al “112”, un equipaggio della Volante bloccava tre ragazzi in fuga che guardavano all’interno delle auto in sosta in una via del capoluogo.

È emerso che quella stessa sera, avevano razziato alcuni box di quella zona, danneggiato un’autovettura e rubato una Mercedes.

Il lavoro svolto in sinergia dall’Ufficio Prevenzione Generale e Squadra Mobile ha permesso di individuare i componenti della banda (tutti con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio), grazie anche alle immagini delle telecamere.

Sono undici i colpi già attribuiti agli stessi, mentre si continua a raccogliere ulteriori elementi utili per addossare a loro la responsabilità di altre azioni delittuose.

I reati contestati vanno dal furto in abitazione, al furto aggravato, alla ricettazione fino al porto abusivo di armi.

Numerose le perquisizioni domiciliari e sequestri a carico degli otto indagati.

Parte della refurtiva è già stata restituita agli aventi diritto.


06/05/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

17/01/2018 02:02:32