Questura di Livorno

  • Via Fiume, 40 - 57123 Livorno ( Dove siamo)
  • telefono: 0586235111
  • email: gab.quest.li@pecps.poliziadistato.it

Tre denunce per furto aggravato e un arresto per violazione misura cautelare

Personale del Commissariato di Cecina denunciava tre persone, due uomini e una donna tutti sudamericani per furto aggravato in concorso.

Personale della Sq. di P.G. del Commissariato di Cecina al termine di un’ articolata attività investigativa denunciava tre persone, due uomini e una donna tutti sudamericani e precisamente  di età compresa tra i 25 e i 27 anni per furto aggravato in concorso.

I fatti:

un uomo di mezza età dopo aver visionato la piattaforma internet denominata “bakeca incontri Livorno”  fissava un appuntamento in un’abitazione di Marina di Bibbona ove consumava un rapporto sessuale a pagamento con una giovane donna ecquatoregna. Durante l’incontro, all’interno dell’appartamento vi erano due complici che approfittando della situazione e d’accordo con la donna, asportavano al cliente la somma di 850,00€. Lo stesso si accorgeva della mancanza subita  quando subito dopo,  si accingeva per una consumazione all’interno del bar e si accorgeva della mancanza del portafoglio . Tornava nell’appartamento ma non vi era piu alcuno.

Quindi richiedeva l’intervento della Polizia che   giunta sul posto apprendeva da alcuni testimoni che  poco prima tre persone, due uomini e una donna , erano stati visti allontanarsi  e dopo una solerte attività investigativa risalivano ai tre stranieri che venivano rintracciati in Cecina e accompagnati negli Uffici del Commissariato. Sentiti in merito negavano ogni loro attinenza con quanto contestatogli, ma una volta  mostrate le fotografie al malcapitato, lo stesso riconosceva la donna . Inoltre risultava essere la medesima donna aala quale l’Agenzia immobiliare aveva affittato l’appartamento in questione.

I due uomini sottoposti a perquisizione venivano trovati in possesso dell’intera somma asportata e inoltre dagli accertamenti risultavano tutti gravati di numerosi precedenti per reati contro il .

Venivano tutti deferiti alla Procura della Repubblica di Livorno per furto aggravato in concorso.

Essendo tutti e tre residenti sul territorio italiano rispettivamente due in Saronno (VA) e uno in Milano venivano in oltre muniti come disposto dal signor Questore di Livorno del foglio di via obbligatorio dai Comuni di Cecina e Bibbona con divieto di farvi ritorno per anni tre.

Arrestato per violazione alle misure coercitive  domiciliari e condotto in carcere.

Durante i serrati controlli disposti dalla Questura di Livorno nei confronti delle persone sottoposte a misure coercitive domiciliari un cittadino italiano di anni 30 L.N. più volte da equipaggi dell’UCT del Commissariato era stato trovato nelle adiacenze della sua abitazione di Cecina violando le relative prescrizioni e segnalato alla A.G. competente

Nella data del 24 Maggio veniva quindi tratto in arresto sempre da personale dell’UCT su disposizione della Corte d’appello di Firenze in merito alle violazioni e ne veniva disposto quindi la custodia cautelare in carcere e pertanto veniva trasferito alla casa circondariale di Livorno.


25/05/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/11/2018 11:02:14