Questura di Livorno

  • Via Fiume, 40 - 57123 Livorno ( Dove siamo)
  • telefono: 0586235111
  • email: gab.quest.li@pecps.poliziadistato.it

Clima di terrore in Casa

Dopo 12 denunce il giudice allontana il marito e tutela la moglie.

La Squadra Mobile di Livorno ha dato seguito alla “ORDINANZA DI APPLICAZIONE DI MISURA CAUTELARE DEL DIVIETO DI AVVICINAMENTO AI LUOGHI FREQUENTATI DALLA PERSONA OFFESA” emessa in data 27 ottobre 2017 dal Tribunale di Livorno nei confronti di L.A. cinquantenne livornese.

Il provvedimento restrittivo è stato adottato dal Giudice a seguito della conclusione di lunghe, laboriose e delicate indagini condotte dalla Polizia di Stato, dietro delega della Procura. Nello specifico, sono state bene 12 le denunce presentate dalla moglie dell’indagato in cui, la stessa segnalava maltrattamenti e ripetute aggressioni fisiche e verbali, tanto da ingenerare all’interno della casa familiare, un clima di terrore e vessazione. L’uomo, in un’occasione, aveva addirittura minacciato la donna con un coltello al fine di avere un rapporto sessuale. Era solito inviarle numerosi messaggi telefonici di minacce e ingiurie, acquisire illegittimamente notizie ed immagini della vita della donna e dei figli presenti all’interno della medesima abitazione attraverso telecamere e microfoni nascosti. Gli stessi strumenti era riuscito a celare all’interno della autovettura utilizzata dalla moglie, così da carpire informazioni sugli spostamenti della stessa, seguirla e presentarsi negli stessi luoghi da lei frequentati, sottoponendola a continue vessazioni psicologiche.

Il destinatario del provvedimento dovrà osservare le seguenti prescrizioni:

  1. Divieto di avvicinarsi a tutti i luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa, con particolare riferimento al suo domicilio ovvero a quello di familiari e di tutte le persone con cui vi è consuetudine di visita nonché ai luoghi ove essa presta eventualmente attività lavorativa;
  2. obbligo di mantenere una apprezzabile distanza da tali luoghi e dalla persona offesa in modo da evitare in ogni caso anche fortuiti e diretti incontri con lei;
  3. divieto di comunicazione in qualsiasi maniera ed in particolare tramite sistemi informatici, per telefono e SMS con la vittima.

11/11/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

16/07/2018 08:54:34