Questura di Lecce

  • Viale Otranto n.1 - 73100 Lecce ( Dove siamo)
  • telefono: 08326931
  • fax: 0832691777
  • email: gab.quest.le@pecps.poliziadistato.it - immig.quest.le@pecps.poliziadistato.it - anticrimine.quest.le@pecps.poliziadistato.it - ammin.quest.le@pecps.poliziadistato.it

MISURE DI PREVENZIONE

Questura

14 F.V.O., 2 avvisi orali, 1 D.a.spo,

La Divisione Polizia Anticrimine, nella consueta attività di analisi dei reati e dei responsabili di eventi criminosi, a conclusione di una intensa attività di indagine, ha emesso n. 14 Fogli di via obbligatori, 2 avvisi orali e 1 d.a.spo.

Tali provvedimenti, che rientrano nelle cc.dd. misure di prevenzione personali, uniti alle altre attività della Polizia Anticrimine, concorrono a garantire la sicurezza del cittadino nei diversi settori della vita sociale, e sono adottati nei confronti di quelle persone che vivono abitualmente con i proventi di attività delittuose, dedite alla commissione di reati, che offendono o mettono in pericolo l’integrità fisica o morale dei minorenni, la sanità, la sicurezza o la tranquillità pubblica.

Diverse le cause che hanno indotto i poliziotti della Divisione Anticrimine della Questura di Lecce ad adottare la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio per i predetti 14 individui, già noti alle forze dell’ordine, ai quali, resisi responsabili di reati che variano dal furto alla pesca di frodo, dalla detenzione di armi alla vendita di prodotti per la casa con marchio di fabbrica contraffatto, è stato fatto divieto di ritorno nei comuni dove, appunto, sono stati perpetrati i reati: Cavallino, Copertino, Corigliano d’Otranto, Matino, Monteroni, Nardò, Lecce.

Tra i tanti destinatari del foglio di via obbligatorio si segnala quello irrogato ad un 52enne, originario di Catania e residente nella provincia di Siracusa, che è stato sorpreso nella vendita di prodotti multiuso per la casa, tutti con marchio di fabbrica contraffatto e, pertanto, è stato denunciato a piede libero e allontanato, con divieto di ritorno, dal Comune di Matino.

La misura del provvedimento di divieto di accedere a manifestazioni sportive - D.a.spo. -, invece, è stata disposta a carico di una 20enne, residente in provincia, che in occasione dell’incontro di calcio LECCE-PAGANESE, è stata trovata in possesso di un artifizio pirotecnico, nascosto nei jeans, che tentava di introdurre all’interno dello stadio.


07/09/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

26/09/2018 09:01:17