Questura di Imperia

  • Piazza del Duomo, 14 - 18100 IMPERIA ( Dove siamo)
  • telefono: 01837951
  • fax: 0183795592
  • email: urp.quest.im@pecps.poliziadistato.it

SANREMO: TRASFERTISTI “MARSIGLIESI” SPECIALISTI NEI FURTI DI BANCOMAT SMASCHERATI DALLA POLIZIA DI STATO.

SANREMO: TRASFERTISTI “MARSIGLIESI” SPECIALISTI NEI FURTI DI BANCOMAT SMASCHERATI DALLA POLIZIA DI STATO.

SANREMO: TRASFERTISTI “MARSIGLIESI” SPECIALISTI NEI FURTI DI BANCOMAT SMASCHERATI DALLA POLIZIA DI STATO.

            Approfittando del caldo del periodo ferragostano, che aveva ulteriormente indebolito le possibilità di “difesa” dell’anziana vittima presa di mira, le avevano sottratto fraudolentemente e con destrezza la carta bancomat mentre stava effettuando un prelievo, carpendone il codice PIN, per poi andare in giro a fare ulteriori prelievi in tutto il ponente imperiese, da Sanremo a Ventimiglia, a spese dell’ignara derubata.

 

            Si tratta di un 38enne marocchino e di un 37enne algerino, entrambi dimoranti in Francia, nella zona di Marsiglia, con numerosi precedenti per fatti analoghi, “specialisti” del “settore”, che però stavolta non l’anno fatta franca.

 

            I poliziotti della Squadra Mobile imperiese, sulla base delle indagini effettuate, li hanno individuati e denunciati, portando all’attenzione dell’Autorità Giudiziaria gli elementi necessari ad adottare nei loro confronti una misura cautelare idonea ad evitare la reiterazione dei reati, che il Giudice ha individuato nel divieto di dimorare nelle province di Imperia, Cuneo, Torino ed Aosta.

 

            Nella mattinata dell’11 agosto u.s., l’anziana donna, mentre era intenta ad effettuare un prelievo presso lo sportello bancomat, era stata avvicinata da un cittadino “nordafricano” – poi individuato nel 38enne marocchino – che, approfittando di un momento di distrazione, dopo aver osservato il PIN che veniva digitato dalla donna, si era impossessato della sua tessera bancomat.

 

            Nello stesso giorno e in quello successivo erano stati effettuati, con quella tessera, una serie di prelievi, per un ammontare complessivo di 2.600,00 euro.

 

            Grazie ai filmati del circuito di video sorveglianza della banca ove era stato commesso il furto ed a quelli degli altri istituti di credito in cui erano stati eseguiti gli indebiti prelievi, emergeva come gli autori fossero due soggetti di probabile origine nordafricana ed utilizzassero un’autovettura con targa francese, che, sulla base degli accertamenti esperiti con la collaborazione delle autorità transalpine, risultava essere stata noleggiata a Marsiglia dal 37enne algerino, con precedenti penali specifici sia in Francia che in Italia, già controllato nel 2016 in compagnia del suo complice ed arrestato recentemente a Roma, insieme ad un ulteriore complice, per un fatto del tutto analogo commesso in danno di un cittadino americano.


21/12/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

18/08/2019 09:03:05