Questura di Imperia

  • Piazza del Duomo, 14 - 18100 Imperia ( Dove siamo)
  • telefono: 01837951
  • fax: 0183795592
  • email: urp.quest.im@pecps.poliziadistato.it

Ventimiglia. Non accetta la fine della storia e perseguita la sua ex. Ammonito dalla Polizia di Stato.

Ventimiglia. Non accetta la fine della storia e perseguita la sua ex. Ammonito dalla Polizia di Stato.

Ventimiglia. Non accetta la fine della storia e perseguita la sua ex. Ammonito dalla Polizia di Stato.

Nei giorni scorsi la Polizia di Stato ha notificato un formale ammonimento nei confronti un ventimigliese, 55 anni, che pedinava la sua ex.

La loro storia veniva raccontata dalla donna che, impaurita e sentitasi oppressa dai continui appostamenti e inseguimenti, trovava la forza e il coraggio di rivolgersi alla Polizia di Stato.

La loro storia d’amore iniziava circa 10 anni fa e, poco dopo, la coppia decideva di andare a convivere. Tuttavia dopo 6 anni, la donna metteva fine alla loro relazione, lasciando la casa ove convivevano.

L’ex, che in un primo momento sembrava essere d’accordo, dopo qualche mese iniziava a perseguitarla, appostandosi fuori l’ufficio dove lei lavora, spiandola dalla vetrina dello stesso, sotto gli occhi delle colleghe che poi confermavano la vicenda alla Polizia di Stato durante gli accertamenti.

Dopo gli appostamenti sul luogo di lavoro iniziavano anche  quelli all’esterno della palestra nella quale la donna andava ad allenarsi e, infine, numerose le telefonate e i messaggi attraverso i quali lo stalker cercava un ricongiungimento.

Esasperata dal questa situazione, la donna decideva di rivolgersi alla Polizia di Stato che, dopo gli accertamenti del caso,  ammoniva ’uomo, intimandogli di cessare con quei comportamenti non graditi alla sua ex compagna e che, in caso  di reiterazione di quella condotta, sarebbe scattata, d’ufficio, una denuncia per stalking nei suoi confronti, reato che prevede una condanna dai 6 mesi ai 5 anni di reclusione.

Tale provvedimento amministrativo si innesta in quel momento temporale antecedente alla commissione di un fatto reato con assoluta valenza preventiva, avendo, quale scopo principale, l’obiettivo di redarguire l’uomo, rendendolo edotto che, perseverando nei suoi atteggiamenti, rischia di essere portato innanzi a un Tribunale e condannato per un grave reato.

Centrale, in questa vicenda come in altri casi simili, il ruolo della donna che riesce a vincere la vergogna e la paura e a rivolgersi alla Polizia di Stato raccontando la sua storia, consentendo agli specialisti del settore di attivare le indagini e adottare le misure più efficaci per liberare la donna da quello stato d’ansia che la perseguitava.

Aiutateci ad aiutarvi, Chiamateci sempre!


02/10/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

17/11/2018 10:00:24