Questura di Grosseto

  • Piazza Giovanni Palatucci 1 - 58100 Grosseto ( Dove siamo)
  • telefono: 0564-433111/399111
  • fax: 0564-433777
  • email: gab.quest.gr@pecps.poliziadistato.it

Rilascio Passaporti

Grosseto provincia pilota per il passaporto elettronico con impronte digitali.

I cittadini della provincia di Grosseto potranno, a partire dal 29 giugno prossimo, ottenere il nuovo passaporto elettronico con le impronte digitali. L'attuazione della Fase II del Progetto Passaporto Elettronico, che prevede la rilevazione delle impronte digitali, prenderà, infatti, avvio in modo graduale, coinvolgendo dal 29 giugno prossimo solo Grosseto e Potenza, mentre tutte le altre Questure continueranno, fino a diversa comunicazione, a rilasciare i vecchi modelli di passaporto. Tale decisione è stata presa dal Ministero dell'Interno, d'intesa con il Ministero degli Affari Esteri. I passaporti elettronici, secondo quanto previsto dal Regolamento del Consiglio dell'Unione Europea n. 2252/2004, devono contenere la fotografia in formato ICAO e le impronte digitali del titolare. Gli stati membri della Comunità Europea hanno già introdotto la fotografia nel passaporto ed entro giugno 2009 devono inserire anche le impronte digitali del titolare. Il passaporto non cambierà il suo aspetto esterno, ma il microchip conterrà foto ed impronte rilevati al titolare Per i minori fino agli anni 12 non è prevista l'acquisizione delle impronte. Con la nuova procedura solo le Questure e i Commissariati saranno abilitati alla rilevazione delle impronte, mentre rimarranno invariate le competenze di Comuni e Carabinieri per l'accettazione delle istanze e la consegna dei relativi passaporti. Le impronte digitali da inserire sul passaporto devono essere acquisite a partire dal dito indice della mano destra e a seguire dal dito indice della mano sinistra. Se non è possibile acquisire l'impronta del dito indice, si può procedere all'acquisizione dell'impronta seguendo l'ordine : dito medio, dito anulare e dito pollice per ciascuna mano. Al fine di ottenere un'impronta di qualità (necessaria per l'utilizzabilità della stessa nei sistemi di controllo alle frontiere), verranno effettuati almeno 3 tentativi di acquisizione facendo sempre alzare il dito dal sensore. Questa procedura deve essere seguita per ogni dito acquisito. Sarà poi il sistema ad effettuare la scelta della migliore immagine da registrare tra quelle acquisite. Le impronte devono rispondere a specifiche internazionali per cui il processo di acquisizione deve effettuare, in automatico, i necessari controlli. Al termine del processo di acquisizione, i dati vengono trasmessi ai sistemi centrali e vi resteranno per il tempo strettamente necessario all'espletamento di tutte le fasi dell'istruttoria e verranno cancellati dopo la stampa ed il positivo esito della verifica del funzionamento del libretto passaporto. Le impronte vengono inserite nel microchip in modalità cifrata e potranno essere lette soltanto tramite appositi sistemi di decodifica alle frontiere europee, nel caso in cui, ad esempio, si rientri in Italia da destinazione internazionale, effettuando uno scalo europeo. Con l'introduzione della nuova procedura di acquisizione delle impronte digitali (29 giugno 2009) all'atto della presentazione della richiesta di rilascio del passaporto elettronico, gli utenti, per ottemperare a quanto previsto dalla nuova normativa, devono esclusivamente presentarsi presso gli uffici delle Questure, innovazione questa che ha comportato non pochi disagi per le attese per il disbrigo delle pratiche stesse. Per tali motivi, la Direzione Centrale Affari Generali della Polizia di Stato in collaborazione con l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato ha predisposto un sistema di prenotazione informatico denominato "Agenda passaporto" che agevoli il cittadino nello svolgimento di tutti questi adempimenti correlati con il rilascio del passaporto elettronico. Tale sistema prevede un calendario/agenda che consente: - alle Stazioni Carabinieri e ai Comuni di fissare gli appuntamenti per l'acquisizione delle impronte digitali presso gli uffici della Polizia di Stato a tutti quei cittadini che si presentino ai loro sportelli per la domanda di rilascio del passaporto; - agli stessi cittadini di registrarsi prenotando l'appuntamento direttamente da casa, presso gli uffici di polizia per l'acquisizione delle impronte digitali nel giorno e nell'ora desiderati. L'accesso avverrà su rete internet all'indirizzo www.passaportonline.poliziadistato.it Vedi elenco Stazioni Carabinieri egli Uffici Comunali che hanno aderito a tale iniziativa..
29/06/2009
(modificato il 06/09/2011)

23/09/2017 21:05:41