Questura di Gorizia

  • Piazza Cavour n.8 - 34170 Gorizia ( Dove siamo)
  • telefono: 0481595111
  • fax: 0481595500
  • email: urp.quest.go@pecps.poliziadistato.it

Denunciato il falso avvocato "Gentile" per tentata truffa

Questura di Gorizia

Nella giornata di mercoledì 10 agosto sono pervenute alcune segnalazioni sulla linea "113" relative a tentativi di truffa riconducibile al tipo del "falso avvocato". In pratica si tratta di un consolidato "modus operandi" con diversi adattamenti in tema.

Nei casi più recenti accaduti a Gorizia - si presume tutti tentati senza consegna di denaro o preziosi da parte della vittima - una persona di sesso maschile parlando in lingua italiana con inflessione meridionale, presentatosi come agente assicurativo, ha riferito che il figlio aveva avuto un incidente stradale e che per risolvere il "problema" avrebbe dovuto portarsi immediatamente presso una non meglio precisata assicurazione. Ha anticipato inoltre che dopo cinque minuti sarebbe giunto a casa sua l’avvocato "Gentile" per recarsi poi negli uffici dell’assicurazione.

È da precisare che sempre le telefonate vengono indirizzate a utenze residenziali acquisite attraverso una selezione dei numeri presenti sul sito "Pagine Bianche".

Ieri 11 agosto il fatto si è ripetuto e gli agenti della Squadra Mobile isontina si sono portati nei pressi dell’abitazione dove erano giunte le ultime telefonate segnalate. Nel corso del servizio di appostamento hanno notato un’autovettura di piccola cilindrata con una persona a bordo ferma a circa cinquanta metri dallo stabile della possibile vittima e, dopo alcuni minuti, scendere un uomo con fare distinto, vestito in giacca e cravatta, e dirigersi a piedi verso quell’edificio.

L’uomo accortosi della presenza di un’autovettura della Polizia con colori d’Istituto, è ritornato indietro con passo spedito parlando al telefono cellulare; a quel punto è stato fermato ed ha dichiarato di essere un rappresentante di  "pentole" per la vendita porta a porta. Nei controlli seguenti gli sono stati trovati diversi telefoni cellulari, alcune agende e block notes con numerosi indirizzi manoscritti riportanti vie della citta di Gorizia, tra cui anche quella in cui si trovava, e di altre parti d’Italia. Sono state trovate, inoltre, alcune ricevute fiscali rilasciate da strutture ricettive e pure una emessa da un Bed & Breakfast di Gorizia.

Sulla base di diversi riscontri investigativi è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per diverse tentate truffe in concorso con altra persona, allo stato ancora da identificare, che da altra località effettuava le telefonate preparando la vittima prima dell’arrivo del predetto al suo domicilio.

Poiché l’autovettura non aveva effettuato l’aggiornamento periodico di revisione gli è stata anche contestata la prevista violazione amministrativa.

L’uomo è stato allontanato dalla città di Gorizia con foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno per tre anni.

La Polizia di Stato sta indagando su una serie di episodi, in particolari alcuni accaduti nel mese di aprile ed altri nel mese di giugno, assolutamente simili perché in tutti i casi si ripete da tempo lo stesso canovaccio con la chiamata al telefono di un falso avvocato, che comunica l’altrettanto falso incidente stradale con coinvolti il figlio o la figlia della vittima, l'assicurazione scaduta o una fantomatica multa da pagare per evitare il ritiro della patente, piuttosto che denaro per poter “liberare” il proprio caro da un trattenimento nella Caserma dei Carabinieri.

Questi sono gli ingredienti della truffa, con diverse variazioni sul tema, diffusa in tutta Italia con centinaia di vittime che hanno consegnato denaro o preziosi perché tratti in inganno.

Nel caso di Gorizia, e in particolare in occasione del rintraccio di ieri, si è dimostrato determinante il contributo offerto da alcune potenziali vittime che hanno immediatamente chiamato il "113" prima che la truffa fosse portata a compimento. Grazie a questo, infatti, è stato possibile appostarsi e trovare uno degli autori degli odiosi raggiri fermandolo in tempo, prima che lasciasse la città.


12/08/2016

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/10/2017 15:43:43