Questura di Genova

Tre rapine ed una violenza sessuale in poco tempo. Arrestato dalla Polizia

Salita Cataldi, ore 01.40

 

 

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un marocchino di 27 anni, con numerosi precedenti di Polizia, irregolare sul T.N per il reato di rapina continuata aggravata, violenza sessuale e sequestro di persona.

Poco dopo mezzanotte una volante dell’U.P.G. è stata inviata sul Lungomare di Pegli poiché una coppia di giovani era stata rapinata dal 27 enne. Mentre si trovavano in spiaggia il marocchino si è avvicinato e ha intimato loro di consegnargli i loro soldi, alla risposta negativa dei due, il malvivente  ha spaccato la bottiglia che aveva con sé e con un coccio ha colpito al volto il ragazzo e buttato a terra la ragazza per poi fuggire coi loro averi: telefonini, I pod, carte di credito, denaro.

Nel frattempo quattro ragazzi molto agitati hanno fermato la volante del Commissariato Cornigliano dicendo che poco prima erano stati avvicinati sul lungomare di Pegli da un nordafricano che, millantando di avere una pistola dentro la tasca, li aveva costretti a consegnargli i loro telefonini e tutti i loro soldi, li aveva poi obbligati a seguirlo in direzione Multedo, sempre sotto minaccia, per poi fuggire dileguandosi.

Durante la ricerca del rapinatore da parte di più volanti è giunta una chiamata al 112 da  un ragazzo che sosteneva che un uomo era salito a bordo della sua auto e aveva minacciato lui e la sua ragazza con un’arma.

Giunte immediatamente sul posto le pattuglie hanno sorpreso il marocchino ancora a bordo della vettura che stava costringendo la fidanzata del richiedente ad avere un rapporto sessuale. Al tentativo di farlo scendere dalla vettura si è scagliato contro i poliziotti colpendoli con calci e pugni.

Le due vittime, sotto shock, sono riuscite a raccontare che poco prima, mentre si trovavano parcheggiati sul Lungomare di Pegli, il malvivente improvvisamente aveva aperto lo sportello della loro auto e, minacciandoli con una presunta pistola nascosta in tasca, li aveva costretti a consegnagli i cellulari, a farlo salire in macchina e ad andare alla ricerca di un bancomat per fornirgli del denaro. Il ragazzo si è recato invece nei pressi di un civico dove aveva un conoscente e, con la scusa di andare a chiedere dei contanti, è riuscito a farsi dare un telefono e a chiamare la Polizia.

Il rapinatore è stato condotto presso la casa circondariale di Pontedecimo.

 


09/10/2017
(modificato il 10/10/2017)

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/10/2017 05:23:50