Questura di Forlì Cesena

  • Corso Garibaldi, 173 - 47121 Forlì Cesena ( Dove siamo)
  • telefono: 0543 719111
  • fax: 0543 719777
  • email: urp.quest.fc@pecps.poliziadistato.it - PASSAPORTI, ARMI e LICENZE: ammin.quest.fc@pecps.poliziadistato.it - STRANIERI: immig.quest.fc@pecps.poliziadistato.it -manifestazioni pubbliche: gab.quest.fc@pecps.poliziadistato.it

Arrestati, per rapina aggravata in concorso, due ragazzi minorenni.

minori

In data 08 luglio 2017, personale Settore Anticrimine del Commissariato P.S. di Cesena, in collaborazione con personale della Polizia Municipale dell’Unione Rubicone Mare, in servizio in Cesenatico in occasione della manifestazione denominata “Notte Rosa”, traevano in arresto per il delitto di rapina aggravata in concorso due ragazzi minorenni di origine marocchina. In particolare si rappresenta che a seguito di segnalazioni su una serie di eventi delittuosi, personale dipendente si metteva alla ricerca di un gruppo di giovani di origine nord africana. Poco dopo questo gruppetto veniva rintracciato ed al suo interno, a seguito di concise e complesse indagini effettuate nell’immediatezza dei fatti, i due minorenni di origine marocchina sopra menzionati, venivano individuati come responsabili di una rapina di portafogli e denaro contante avvenuta poco prima in danno di un minore italiano nella zona della spiaggia. Gli stessi venivano anche riconosciuti da un testimone e dalla vittima. Quest’ultima, assistita da un esercente la patria potestà, riferiva a verbale che questo gruppo di minorenni nord africani, approfittando e facendosi forza del loro numero di almeno cinque o sei elementi e del fatto che la vittima non fosse in grado di difendersi, lo accerchiavano, spintonandolo e trattenendolo e gli mettevano le mani addosso sottraendogli dalla tasca dei pantaloni il suo portafoglio marca EISPAK di colore nero con all’interno la sua carta di identità, il codice fiscale e 70,00 euro in contanti, oltre ad altri oggetti personali. Inoltre il ragazzo, pur non essendo in grado di capire esattamente le singole condotte degli aggressori, poiché ancora scosso, riconosceva senza ombra di dubbio uno dei responsabili della rapina ai suoi danni commessa poco prima, mentre questi unitamente a personale di polizia giungeva nei pressi del Palazzo del Turismo ove la vittima si trovava unitamente ai poliziotti. Anche un testimone che aveva assistito ai fatti, sentito a verbale dagli agenti procedenti, confermava la partecipazione alla rapina di questo soggetto, accusando altresì anche un secondo minorenne, anch’esso già fermato dalla polizia, come correo nella commissione del grave delitto.


14/07/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

22/09/2017 17:02:22