Questura di Forlì Cesena

  • Corso Garibaldi, 173 - 47121 Forlì Cesena ( Dove siamo)
  • telefono: 0543 719111
  • fax: 0543 719777
  • email: urp.quest.fc@pecps.poliziadistato.it - PASSAPORTI, ARMI e LICENZE: ammin.quest.fc@pecps.poliziadistato.it - STRANIERI: immig.quest.fc@pecps.poliziadistato.it -manifestazioni pubbliche: gab.quest.fc@pecps.poliziadistato.it

Forlì: la Polizia di Stato cattura tre rapinatori di banche.

Squadra Mobile

Forlì: la Polizia di Stato cattura i rapinatori della banche Cassa di Risparmio di Ravenna Ag. di Cesena (10 agosto 2015) e Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna Fil.Ronco (FC) (29 aprile 2016).

Catturati in due tempi diversi dalla Squadra Mobile, tre soggetti gravemente indiziati quali autori delle rapine sopra citate, perpetrate da due individui parzialmente travisati da cappelli e sciarpe, i quali, armati di cutter e pistola, costrinsero i dipendenti a consegnare il denaro presente in cassa (bottino 10.800 euro nel primo caso, 6.000 circa nel secondo) dopodichè si allontanarono a bordo di autovettura condotta da un complice.

Le indagini svolte dalla locale Squadra Mobile e dirette dalla Procura della Repubblica di Forlì hanno consentito di individuare sin da subito il veicolo utilizzato dai malviventi nella seconda rapina ed identificarne il conducente; le successive indagini, (svolte con l’ausilio di mezzi tecnici in particolare attraverso analisi delle immagini acquisite dai sistemi videosorveglianza pubblici e privati, comparazioni fisiognomiche della Polizia Scientifica, analisi con sofisticati sistemi di altri dati informatici e telematici acquisiti, unitamente a tradizionali servizi di osservazione e pedinamento ed assunzioni di testimonianze), hanno permesso di  raccogliere gravi elementi probatori ed indiziari nei confronti di tre persone italiane, residenti nel torinese, pregiudicate, nei cui confronti, il G.I.P. presso il Tribunale di Forlì in data 15.07.2016, ha emesso ordinanza di custodia cautelare (in carcere per i due autori materiali degli eventi delittuosi, ed in regime domiciliare per il complice/autista).

Le catture sono state eseguite su disposizione dell’Autorità Giudiziaria a Torino il 21 luglio u.s., nei confronti di due dei tre soggetti, mentre il terzo, senza una fissa dimora, era riuscito a far perdere le proprie tracce.

Le incessanti ricerche svolte dagli investigatori nei suoi confronti, attraverso il monitoraggio di familiari e conoscenti, hanno portato all’individuazione del possibile rifugio presso la residenza di noto pregiudicato torinese, ove nella prima mattinata di venerdì scorso, con la fattiva collaborazione del personale della Squadra Mobile di Torino, è stato rintracciato ed associato in esecuzione del provvedimento alla casa circondariale di Torino, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente. 


22/11/2016

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

17/11/2017 22:22:43