Questura di Foggia

  • Via Antonio Gramsci n. 1 - 71122 Foggia ( Dove siamo)
  • telefono: 0881 668111
  • fax: 0881 668242
  • email: gab.quest.fg@pecps.poliziadistato.it

Foggia: Polizia di stato – Reparto Prevenzione Crimine arresta due fratelli foggiani pregiudicati

.

Nel corso  della quotidiana attività di prevenzione e controllo del territorio, nella serata del 23 settembre, nella città di Foggia, la Polizia di Stato – Reparto Prevenzione Crimine di Vibo Valentia,  impiegato di rinforzo alla Squadra Volanti della Questura, ha proceduto all’arreso di F.V. , classe 1993 e del fratello F.E., classe 1987, entrambi foggiani, con precedenti di polizia. Il F.V. si è reso responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, spendita ed introduzione nello Stato di monete falsificate ed in concorso con il fratello E. di  lesioni, violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a P.U. .

Gli agenti, in via San Severo – rione Candelaro, hanno fermato due persone a bordo di un’auto che all’alt polizia hanno tentato di darsi alla fuga gettando dal finestrino anteriore lato guida un involucro, recuperato prontamente dagli operatori e contenente circa 22,00 grammi di hashish diviso in 16 dosi racchiuse singolarmente.

Fermata l’auto, alla guida della quale veniva identificato il F.V. che, in un primo momento, disconosceva la proprietà della sostanza stupefacente per poi confermarla; a seguito di perquisizione, nelle tasche del pantalone è stata rinvenuta la somma di 245,00 euro suddivisa in banconote di vario taglio. Al momento del rinvenimento e conseguente sequestro del denaro, il F.V. inveiva contro gli operatori minacciandoli di morte.

Si è proceduto ad estendere la perquisizione anche all’abitazione del F.V. ed anche qui il predetto ha continuato ad inveire contro gli agenti minacciandoli e oltraggiandoli tentando di fuggire, rendendo difficile così l’operato della polizia che era costretta ad inseguirlo di volta in volta.

In una stanza dell’abitazione in uso al F.V. è stata rinvenuta , all’interno della tasca di un gillet, la somma di euro 700,00 divisa in banconote di vario taglio, mentre in altro gillet, è stata rinvenuta una banconota da 20,00 euro verosimilmente contraffatta.

Nel corso della perquisizione, giungeva il fratello F.E. e facendosi forte della presenza di quest’ultimo, i due fratelli inveivano insieme contro gli operatori minacciandoli e scagliandosi contro di loro dando origine ad una colluttazione, nel corso della quale tre agenti riportavano lesioni; il F.V., peraltro, cercava di lanciarsi dalla finestra del bagno ma veniva immediatamente bloccato dagli agenti che si vedevano costretti a chiamare rinforzi per continuare l’attività di Polizia Giudiziaria. Nel frangente , anche il F.E. cercava di fuggire per le scale ma desisteva per la presenza di altri agenti intervenuti in ausilio.

Con altri tre equipaggi si concludeva la perquisizione domiciliare con il rinvenimento di ulteriori 700,00 euro riconducibili all’attività di spaccio, anche in considerazione del fatto che F. V. si dichiarava disoccupato.

I due fratelli sono stati tratti in arresto e messi a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

Incessante l’attività di prevenzione e repressione dei reati da parte degli equipaggi della Polizia di Sato in città, con particolare attenzione a tutto il  centro cittadino e ai quartieri maggiormente degradati.


25/09/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

14/12/2017 01:18:15