Questura di Firenze

Il Questore Zonno ha incontrato alunni e docenti delle scuole di Empoli

Ad Empoli il riconoscimento del Questore alla Scuola per il prezioso impegno e per l’immenso entusiasmo profuso da allievi e docenti nella realizzazione dei progetti formativi loro dedicati.

Nella mattinata del 30 maggio scorso, ad Empoli, alla presenza del Prefetto di Firenze, il Questore Francesco Zonno ha incontrato alunni e docenti delle scuole primarie e secondarie che hanno partecipato ai progetti educativi elaborati e curati dall'Ufficio Minori della Divisione Anticrimine. Da sempre le attività formative ed informative, arricchite da percorsi di visite guidate in Questura ("La Squadra, Distretto di Polizia, C.S.I.: realtà o fantasia? Scoprilo insieme alla Polizia di Stato") e da collaborazioni con prestigiosi enti impegnati nel settore dell'educazione alla sicurezza e alla legalità, rivestono grande importanza poiché il lavoro svolto "con e per i ragazzi" consente alla Polizia di Stato di concorrere con la Scuola e la Famiglia alla formazione ed al consolidamento nei più piccoli di una sana e solida coscienza civica, fungendo altresì da strumento per aiutare bambini, adolescenti, insegnanti e famiglie a riconoscere e reagire a situazioni di violenza e/o pericolo. Sei i progetti attuati per l'anno scolastico 2012-2013, ai quali hanno aderito oltre 700 classi dalla primaria alla secondaria di II grado, con 20 incontri anche estesi a docenti e famiglie. "Legalità non è solo una parola": dall'analisi di situazioni quotidiane all'educazione alla legalità. "Navigare in sicurezza": conoscenza delle potenzialità e dei pericoli di Internet, con particolare riferimento ai social network , per promuovere un uso consapevole della rete. "Pari siamo, Siamo pari":progetto incentrato sulle relazioni tra pari, il bullismo e il cyber bullismo. "Che "genere" di violenza è?": prevenzione della violenza di genere tra i giovani per educare al rispetto tra "generi" e prevenire fenomeni di violenza domestica e di stalking . "Il tempo che vorrei: tempo libero tra divertimento e rischio": conoscenza dei rischi e delle norme per coniugare divertimento, sicurezza e salute nelle attività del tempo libero. "Io mi curo di esser sicuro": educazione alla sicurezza a casa, a scuola e nei luoghi pubblici. Cinque le scuole premiate nella festosa cornice del Palazzo delle Esposizioni, gentilmente reso disponibile dal Sindaco del Comune di Empoli, dr.ssa Luciana Cappelli che, nell'accogliere la richiesta rivoltaLe dal Questore, ha manifestato grande sensibilità verso i temi dell'educazione alla legalità oltre che vivo interesse ed apprezzamento per le iniziative in programma, rivolgendo - in apertura - a tutti gli ospiti il Suo saluto "Quella di oggi è una giornata significativa per Empoli - ha sottolineato il sindaco di Empoli Luciana Cappelli - e voglio ringraziare prima di tutto il Prefetto di Firenze Luigi Varratta , e il Questore Francesco Zonno, per aver scelto la nostra città per l'evento conclusivo di questo percorso di formazione, elaborato dalla Questura di Firenze per le scuole primarie e secondarie di tutti i Comuni della provincia di Firenze. Un lavoro importante, che ha sicuramente contribuito ad avvicinare i nostri giovani cittadini alle Forze dell'Ordine, e al fondamentale lavoro che ogni giorno migliaia di persone svolgono nel nostro Paese, a salvaguardia delle Istituzioni e per la sicurezza di ognuno di noi". Sentito il ringraziamento del Questore al Sindaco di Empoli, comune scelto quale luogo di celebrazione dell'evento al fine di "testimoniare l'impegno della Polizia di Stato nella società civile e conferire massima visibilità alla presenza ed alla vicinanza della nostra Istituzione a tutto il territorio della provincia fiorentina, a tutela del quale noi operiamo quotidianamente con l'intendimento di sollecitare la <<partecipazione>> e fare sicurezza insieme ". Vivo il "grazie" che il Questore ha rivolto agli alunni, alle famiglie ed ai docenti, il cui entusiasmo ed il cui impegno hanno permesso non solo la realizzazione dei progetti ma anche il conseguimento di importanti traguardi sotto il fronte dell'educazione alla legalità: "Cari giovani, è in voi la società civile del futuro ed in voi io guardo con fiducia, certo che saprete improntare il domani al rispetto di valori fondamentali quali la vita, la tolleranza, la solidarietà, la giustizia. Abbiate la forza di amare il vostro Paese malgrado ogni contingente difficoltà e di vincere ogni forma di condizionamento per costruire con senso civico il vostro futuro. Abbiate fede nelle Istituzioni e siate pronti a fare squadra con le Forze dell'Ordine, affinché possano prevalere la legalità e la democrazia, unici e soli strumenti per condurci alla vittoria sulla criminalità e su ogni forma di violenza o sopruso. La mia speranza è che attraverso voi, le nuove generazioni, possano essere prosciugate tutte le sacche di malcostume e malaffare e che il nostro Paese possa crescere e superare ogni difficoltà". In chiusura, un ringraziamento doveroso è stato rivolto agli sponsors il cui prezioso contributo ha reso possibile la realizzazione dell'evento: la Banca di Cambiano che ha prestato supporto economico, la Sammontana S.p.A. che ha allietato i presenti (…non solo i più piccoli!) con la distribuzione di gelati e la società Computer Gross Italia S.p.A. di Empoli che ha offerto i tablet con i quali sono stati premiati gli allievi vincitori del concorso collegato ai progetti formativi.
04/06/2013

Gallerie

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

23/08/2019 00:26:15