Questura di Firenze

  • Via Zara, 2 - 50100 Firenze ( Dove siamo)
  • telefono: 055/49.771 - U.R.P. 055.4977602/3
  • fax: 055/49.77.616
  • email: (solo per informazioni) urp.quest.fi@pecps.poliziadistato.it

Irrompono in una farmacia a mano armata: la Polizia arresta i due rapinatori

La Squadra Contrasto al Crimine Diffuso

Lo scooter sul quale si muovevano era stato utilizzato anche in una serie di scippi commessi da altri due soggetti

Hanno fatto irruzione in una farmacia di Bagno a Ripoli (FI) e, dopo aver minacciato i dipendenti con una pistola, si sono fatti consegnare il denaro in contanti.

Ma i rapinatori non hanno avuto scampo, finendo in pochi attimi nella rete della Polizia.

Mercoledì scorso sono così finiti in manette due uomini - un fiorentino di 28 anni e un foggiano di 32, entrambi già noti alle forze dell’ordine - colti sul fatto dagli uomini della Squadra Mobile fiorentina.

Gli arrestati erano stati visti aggirarsi, intorno alle 19.30, in zona viale Europa a bordo di uno scooter rubato a Firenze poche settimane prima.

Gli agenti della Squadra Contrasto al Crimine Diffuso hanno seguito i due sospetti fino a Bagno a Ripoli dove entrambi, scesi dal mezzo, sono entrati in una farmacia con i caschi calzati.

I poliziotti hanno bloccato sulla porta i rapinatori che, dopo essersi fatti consegnare in pochi secondi 800 euro, stavano uscendo dal negozio.

Durante l’azione criminosa, dietro al bancone della farmacia c’erano due dipendenti che, senza rendersene conto, si sono improvvisamente ritrovati sotto il tiro di una pistola tenuta in mano da uno dei rapinatori.

L’arma, successivamente recuperata e sequestrata, si è scoperto essere una “scacciacani” priva del cosiddetto “tappo rosso”, ovvero una replica in metallo caricata a salve.

La Polizia, oltre a recuperare l’intero bottino restituito al titolare dell’esercizio, ha sequestrato lo scooter dei rapinatori.

E proprio lo stesso mezzo, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe stato utilizzato da almeno altri due soggetti ritenuti responsabili di una serie di scippi ai danni di anziane signore – in uno di questi la vittima ha riportato la frattura ad un braccio con prognosi di 30 giorni –  avvenuti nel capoluogo toscano durante le scorse settimane.

Gli investigatori hanno individuato i due presunti scippatori grazie ad una serie di appostamenti e alla minuziosa analisi delle telecamere cittadine. Le immagini esaminate hanno permesso di fare anche un raffronto con i vestiti indossati dai due uomini durante i loro colpi.

Nello specifico, si tratta di un cittadino egiziano di 33 anni e di un cittadino tunisino di 41: entrambi sono stati trovati dagli investigatori in un appartamento di Firenze e sono finiti a Sollicciano in stato di fermo di polizia giudiziaria.

Al termine dell’operazione il Questore Alberto Intini si è complimentato con gli uomini della Squadra Mobile.

Ieri mattina, il Gip presso il Tribunale di Firenze ha convalidato il fermo dei due cittadini stranieri attualmente reclusi nel carcere di Sollicciano.


22/10/2016

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

01/05/2017 02:20:25