Questura di Firenze

  • Via Zara, 2 - 50100 Firenze ( Dove siamo)
  • telefono: 055/49.771 - U.R.P. 055.4977602/3
  • fax: 055/49.77.616
  • email: (solo per informazioni) urp.quest.fi@pecps.poliziadistato.it

Furti in gioiellerie ed esercizi commerciali: smantellata un’associazione per delinquere

Le armi utilizzate per la rapina al gioielliere

Questa mattina la Polizia di Stato di Firenze ha eseguito 8 misure cautelari

Questa mattina la Polizia ha eseguito 8 misure cautelari emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Firenze, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di soggetti ritenuti responsabili di furti messi a segno in gioiellerie e esercizi commerciali tra Toscana e Umbria.

La Polizia di Stato ha così disarticolato un’organizzazione criminale di cittadini italiani che, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, dal dicembre 2014 ad oggi avrebbe messo a segno numerosi colpi nelle province di Firenze, Prato, Pisa, Siena e Perugia.

Le indagini, condotte  dalla Sezione Reati contro il Patrimonio della Squadra Mobile di Firenze, hanno avuto inizio a seguito di un furto consumato nella notte tra il 19 e il 20 dicembre 2014 a Firenze in laboratori orafi nei pressi di Ponte Vecchio,.

Nella circostanza i malviventi, dopo aver attraversato il giardino del confinante “Museo Diocesano”della Chiesa di Santo Stefano al Ponte, schermarono i sensori del sistema di allarme e si introdussero in tre laboratori orafi dai quali riuscirono a portar via preziosi per alcune decine di migliaia di euro.

Le successive attività, coordinate dalla Procura della Repubblica di Firenze, hanno consentito di ricondurre ben 12 furti - tentati e consumati, nei comuni di Firenze, Prato, Siena, San Giuliano Terme (PI), Navacchio (PI), Corciano (PG), Montenurlo (PO) e Poggibonsi (SI) - all’organizzazione criminale e ad altri soggetti ad essa collegati, anche loro colpiti dall’ordinanza di custodia cautelare eseguita questa mattina dagli uomini della Squadra Mobile.

Sempre secondo quanto emerso nell’inchiesta, uno degli arrestati sarebbe stato inoltre il “basista” di una rapina consumata il 20 marzo del 2015 a Prato ai danni di un gioielliere. Nella circostanza tre pregiudicati armati di pistole furono arrestati pochi attimi dopo aver rapinato un orefice della borsa con il campionario di gioielli e orologi.


09/06/2016

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

01/05/2017 02:28:15