Questura di Firenze

  • Via Zara, 2 - 50100 Firenze ( Dove siamo)
  • telefono: 055/49.771 - U.R.P. 055.4977602/3
  • fax: 055/49.77.616
  • email: (solo per informazioni) urp.quest.fi@pecps.poliziadistato.it

La Polizia di Stato individua gli autori di una rapina commessa ai danni di un cittadino cinese

Squadra Mobile

I due italiani avevano fermato la vittima in zona Osmannoro fingendosi poliziotti e lo avevano rapinato di contanti e cellulare

Nella mattinata odierna, la Polizia di Stato di Firenze ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Firenze su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di due italiani di origini campane, di 24 e 30 anni, ritenuti responsabili di una rapina commessa a Sesto Fiorentino, nel settembre dello scorso anno, ai danni di un cittadino cinese.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della Squadra Mobile di Firenze e della Squadra di P.G. del Commissariato di Sesto Fiorentino, nelle prime ore del pomeriggio del 18 settembre 2015, in zona Osmannoro, precisamente tra Piazza Marconi e via Righi, i due partenopei, a bordo di un’auto, avevano fermato un cittadino cinese in bicicletta e, fingendosi poliziotti, gli avevano chiesto i documenti.

All’atto di mostrarli, il più giovane dei due strappava dalle mani della vittima il portafoglio contenente 1.500 euro e il cellulare di ultima generazione ed entrava nell’auto per darsi alla fuga.

Dato che il cittadino cinese si sdraiava sul cofano del veicolo, il complice, che era alla guida, effettuava una serie di brusche manovre per far sì che la vittima rovinasse sull’asfalto ma, non sortendo alcun risultato, il più giovane dei rapinatori scendeva dall’auto e colpiva con un pugno la vittima facendola cadere per terra. Malgrado ciò, il cittadino cinese riusciva ad aggrapparsi al montante dello sportello anteriore destro nel vano tentativo di arrestare la corsa del veicolo, desistendo dalla presa solo dopo ulteriori brusche manovre del conducente.

A seguito dell’evento la vittima riportava un trauma craniofacciale con prognosi di 20 gg.

Le testimonianze di alcuni passanti che hanno assistito alla scena, la minuziosa analisi di un video fatto con il proprio cellulare da uno dei testimoni, nonché gli accertamenti effettuati sul veicolo utilizzato per commettere l’azione delittuosa, hanno consentito agli uomini della Sezione Antirapina e della Squadra di P.G. del Commissariato di Sesto Fiorentino di risalire all’identità degli autori della rapina e di arrestare nella città partenopea, con l’ausilio della Squadra Mobile di Napoli, il più giovane dei due.

Il 30enne, invece, già con precedenti per reati contro il patrimonio, è attualmente ricercato.


08/07/2016

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

01/05/2017 02:26:05