Questura di Firenze

Settimana di Ferragosto con arresti e controlli per la Questura di Firenze

scudetto volante

Contrasto ai furti in abitazione: questa notte arrestati 4 cittadini albanesi. Sono stati bloccati su un’auto dopo che poco prima avevano provato ad entrare in un’abitazione di via Spontini

Anche nella settimana di Ferragosto non si ferma il lavoro degli agenti della Questura di Firenze.

I servizi predispoti per contrarstare il fenomeno dei furti in abitazione hanno portato a 7 persone arrestate tra venerdì 10 e giovedì 16 agosto.

13 invece le denunce e 193 i soggetti identificati tra martedì 14 e mercoledì 15.

Questa notte, verso le ore 4.00, alla centrale operativa della Questura di Firenze è giunta la segnalazione di una cittadina che comunicava un tentato furto in atto in via Spontini. Subito 4 equipaggi delle volanti sono stati fatti convergere sul posto per tentare di bloccare ogni possibile via di fuga. Ed infatti, poco dopo, anche grazie alle puntuali descrizioni fornite alla Polizia, una volante ha notato un’auto che, proveniente da via Galliano, imboccava via Toselli. Alla vista della macchina della Polizia, il conducente ha provato ad accelerare per tentare di far perdere le tracce ma l’auto con a bordo 4 cittadini albanesi - di età compresa tra i 32 ed i 49 anni - è stata definitivamente bloccata in viale Redi.

Nell’auto gli agenti hanno trovato 2 cappelli, 2 scaldacollo, 2 paia di guanti, un’asta in ferro della lunghezza di quasi 60 cm., 3 torce, ed altri attrezzi atti allo scasso.

I 4 cittadini albanesi - i due più anziani con precedenti per reati contro il patrimonio e tutti senza fissa dimora - sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto per tentato furto aggravato in abitazione in concorso e sono ora nel carcere di Sollicciano, a disposizione dell’A.G.

La notte tra giovedì e venerdì scorso, invece, 2 cittadini albanesi sorpresi in flagranza erano stati arrestati dai poliziotti in zona Porta Romana dopo una rocambolesca fuga sui tetti terminata, per il più grande - un 29enne - con una caduta nei giardini di Boboli che gli è costata la frattura delle gambe.

Questo lunedì, poi, un altro cittadino albanese, questa volta 30enne, era stato arrestato da agenti del Commissariato di Sesto Fiorentino e del Reparto Prevenzione Crimine Toscana dopo che, fermato mentre era alla guida di un’auto nel territorio sestese, era scappato per i campi immergendosi nei canali; il 30enne albanese era ricercato perché doveva scontare una pena di 3 anni proprio per una serie di furti in appartamento commessi nel Chianti.

Sempre questa notte, l’equipaggio di una volante che transitava in via Toselli ha notato un’auto ferma ad un semaforo, malgrado la luce fosse verde. Una volta che la volante si è affiancata all’auto ferma, gli agenti hanno visto il conducente adagiato sul volante. Subito si sono attivati per porre in sicurezza la carreggiata e far scendere il guidatore dal veicolo. Quest’ultimo, un cittadino peruviano di 22 anni, accompagnato da altri 2 connazionali, è risultato positivo al test dell’etilometro che ha evidenziato un tasso alcolemico pari a 2,25 gr./l.

Nell’auto, ai piedi del passeggero, i poliziotti hanno trovato 2 bottiglie di alcolici.

Il 22enne peruviano è stato denunciato per guida in stato di ebrezza.

Per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, invece, è stato denunciato un cittadino marocchino di 40 anni che ieri sera, verso le 22.30, dopo aver perso il controllo dell’auto è andato a finire sopra una rotatoria all’incrocio tra via Pratese (Firenze) e via Lucchese (Sesto F.). Il 40enne magrebino è stato denunciato anche per possesso di oggetti atti ad offendere (all’interno della tracolla aveva un cacciavite) e l’autovettura è stata sottoposta a sequestro.

Gli esami svolti presso l’ospedale di Careggi hanno evidenziato l’uso di sostanze stupefacenti di tipo cocaina.

Ieri mattina, invece, nel parco delle Cascine, un 18enne originario del Gambia è stato denunciato per resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Mentre transitavano nel parco delle Cascine gli agenti, notando un gruppo di cittadini magrebini che discutevano animatamente, si sono fermati per un controllo. Scesi dall’auto di servizio, il 18enne gambiano, dopo averli minacciati, si è avventato contro gli agenti che sono stati costretti ad avvalersi dello spray al peperoncino. Il giovane cittadino gambiano è stato denunciato per resistenza e minacce a pubblico ufficiale, per violazione della normativa che regola il soggiorno sul territorio nazionale e segnalato anche come assuntore di sostanze stupefacenti (lo stesso aveva provato a disfarsi di un involucro con 1,17 gr. di marijuana).

Sempre tra martedì e mercoledì sono stati denunciati 8 cittadini extracomunitari (5 marocchini, 2 peruviani ed 1 nigeriano), perché irregolari sul territorio nazionale, mentre un 26enne originario del Marocco ieri pomeriggio è stato denunciato per aver danneggiato, a calci, la vetrina di un fondo commerciale sfitto nel centro di Firenze, procurandosi anche delle ferite giudicate guaribili in 10 giorni.


16/08/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

24/09/2018 17:34:36