Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 Ferrara ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

In carcere il pusher della scuola

volante16052018

In carcere il pusher della scuola

E’ stato arrestato la mattina del 13 scorso dalla Polizia di Stato di Bologna il gambiano che era stato sorpreso nella flagranza dello spaccio a minori vicino il liceo Ariosto lo scorso 28 febbraio dalla squadra mobile ferrarese. Aveva il permesso di soggiorno scaduto a novembre 2017. Alle ore 8 del mattino, durante un controllo mirato da parte delle volanti bolognesi presso giardini della Montagnola i poliziotti hanno lo hanno notato su di una panchina in compagnia di un connazionale in atteggiamenti sospetti. Alla vista della pattuglia i due hanno cercato di allontanarsi ma sono stati fermati e controllati. I poliziotti hanno notato a terra, non lontano da loro un sacchetto di marijuana di circa 8 grammi e ai piedi della panchina ove erano seduti hanno notato cartine e tabacco sfuso. Per questo sono stati sanzionati entrambi amministrativamente alla Prefettura come assuntori di stupefacente. Al termine del controllo hanno altresì rilevato che aveva in carico una misura cautelare da parte della Procura di Ferrara a seguito di attività condotte dalla Squadra Mobile. Infatti  era stato fermato dai poliziotti della Squadra Mobile di Ferrara, nel vialetto tra la scuola ed il parcheggio Diamanti, a seguito di un servizio di osservazione subito dopo aver ceduto gr. 7 di marijuana ad una ragazza appena maggiorenne. Al termine della perquisizione personale era stato trovato in possesso di altri grammi 7,5 di marijuana ed euro 75. Il pusher prediligeva quell’area in quanto vicino ad una scuola per cui fonte di frequenti contatti con vari studenti. Era stato dunque arrestato e posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo a seguito del quale era stato sanzionato con l’obbligo di dimora, subito violato  facendosi controllare a Chiasso al confine con la Svizzera ove probabilmente voleva rifugiarsi fuggendo dall’Italia. A seguito di tale segnalazione il pubblico ministeroaveva richiesto ed ottenuto dal gip la misura cautelare in carcere che è stata eseguita il 13 maggio allorquando il gambiano è stato fermato e controllato da una volante della polizia a Bologna anche in questo caso trovato in possesso di marijuana.


16/05/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

15/11/2018 03:05:35