Questura di Ferrara

  • Corso Ercole I d'Este n.26 - 44121 Ferrara ( Dove siamo)
  • telefono: 0532-294311
  • fax: 0532-294777
  • email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

Minori ed Alcool : la Polizia di Stato contro l'abuso

La Polizia di Stato contro l'abuso di alcool dei minori

Chiuso locale

Il Questore di Ferrara in data 16.11.2016 ha notificato un provvedimento di chiusura ex art. 100 TULPS del PUB denominato LOBO LOCO sito in questa Via Borgo di Sotto, 7.-
L’interesse investigativo della Polizia di Stato di Ferrara e della Squadra di Polizia Amministrativa in particolare, nasce da una denuncia alla Procura della Repubblica di Ferrara di una madre di una ragazzina di 13 anni. 
Il 24 settembre di quest’anno, sabato sera, la giovane di 13 anni si era recata con un gruppo di amici presso il LOBO LOCO per divertirsi, con l’intenzione di trascorrere una “serata da sballo”. 
Il locale non era stato scelto a caso, in quanto gli amici, più esperti, l’avevano rassicurata sui controlli non proprio rigorosi da parte del gestore, una donna pugliese G.M.A. di anni 29, che consentivano anche ai minori di bere superalcolici in quanto non venivano chiesti quasi mai i documenti in violazione della normativa.
Quel sabato, la serata di Anna (nome di fantasia) fini in ospedale con dolori lancinanti allo stomaco ed alla testa e vomito, intossicata da 18 shottini. Ricoverata per 2 giorni con conseguenti terapie farmaceutiche per lenire gli effetti per 15 giorni.
Da questo gravissimo fatto, erano scaturite le indagini della Polizia di Stato coordinate dal V.Q.A. dott.ssa Pignataro e dalla sua squadra che aveva subito accertato che il locale pubblicizzava la sua attività con somministrazione di “shottini” al costo di 1 €, al fine di attirare proprio i più giovani. Il fenomeno era diffuso e non solo in questo locale. Lo sballo del sabato sera si chiama binge drinking. Si beve per socializzare e stare in compagnia, ma spesso la regola è “sballare”, divertirsi e trasgredire: sebbene infatti il consumo di alcol sia in generale diminuzione negli ultimi anni, cala l’età in cui si incomincia a bere e aumenta tra i ragazzi il binge drinking, fenomeno di importazione nordeuropea che consiste nell’ubriacarsi (in genere nei fine settimana) bevendo cinque o più unità alcoliche in una sola occasione, dove una unità è pari a 12 grammi di alcol. 
In questo contesto il basso costo delle bevande superalcoliche, solitamente contenente Vodka oppure Rum o altri alcolici colorati come il famoso “Blue Angel” (Angelo azzurro: bevanda di grado alcolico molto elevato che permette di “volare” del tipico colore azzurro dovuto all’utilizzo di del blue curaçao,) facilità la consumazione da parte di giovani che con pochi euro nelle tasche riescono a “sballarsi” nonostante la loro giovane età.
Sono stati quindi attuati servizi di osservazione in diversi locali considerati a rischio ma l’attenzione si è ben presto concentrata, negli ultimi due mesi sul LOBO LOCO ove alcuni servizi mirati consentivano di riscontrare che i minori bevevano super alcolici con regolarità senza che la titolare del PUB chiedesse loro il documento di identità.
Il filmato mostra uno dei servizi di osservazione realizzati presso il locale.
Gli investigatori della Polizia di Stato hanno quindi proceduto a sentire, alla presenza dei rispettivi genitori, a verbale alcuni minori “pizzicati” a bere che confermavano l’abitudine a consumare superalcolici. Dalle sommarie informazioni e dalle confidenza è emerso che a bere si comincia a 11 anni, molto prima rispetto a qualche tempo fa. 

E, a fronte di leggi che vietano la vendita di alcolici ai minorenni, la percezione della disponibilità di bevande alcoliche tra i giovani italiani è molto alta.. come se nulla fosse. I genitori di alcuni di questi ragazzi sentiti dalla Questura sono rimasti esterrefatti e come spesso accade in casi analoghi, erano completamente ignari del fatto che i loro figlioli (ragazzi e ragazze di anni 12, 13 e 14 anni) fossero soliti nelle uscite serali al consumo di questi “shottini” o “ciupiti” dirsi voglia.-
La legge (Decreto Balduzzi), invece, recentemente ha reso obbligatorio di fatto per gli esercenti un pubblico esercizio richiedere il documento di identità per verificare la maggiore età.-   
Decreto Legge - 13/09/2012, n. 158
Dopo l'articolo 14-bis della legge 30 marzo 2001, n. 125, e' inserito il seguente:
"Art. 14-ter. (Introduzione del divieto di vendita di bevande alcoliche a minori). – 
1. Chiunque vende bevande alcoliche ha l'obbligo di chiedere all'acquirente, all'atto dell'acquisto, l'esibizione di un documento di identità, tranne che nei casi in cui la maggiore età dell'acquirente sia manifesta.
2. Salvo che il fatto non costituisca reato, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a 1.000 euro a chiunque vende bevande alcoliche ai minori di anni diciotto. Se il fatto è commesso più di una volta si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 2.000 euro con la sospensione dell’attività per tre mesi".

Pertanto G.M.A. di anni 29, gestore del locale, è stata denunciata alla Procura per i seguenti reati:
Art. 81 cpv. - 689 c.p. somministrazione di bevande alcoliche a minori e art. 582 lesioni personali : perché, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, in data 24.09.2016 in qualità di esercente dell’attività commerciale PUB denominato “LOBO LOCO”, titolare di SCIA comunale di somministrazione di bevande alcoliche, somministrava n. 18 “shottini” contenenti bevande superalcoliche (vodka – Rum) ad alcuni minorenni di anni 13 e 14, tra cui a OMISSIS, minorenne di anni 13, provocandole uno stato di intossicazione acuta da alcool cosi come diagnosticato da personale medico dell’ospedale di Ferrara, rilevando un tasso da etanolo pari a 2,1 % gr/l, che la costringeva a rimanere ricoverata in osservazione fino al giorno successivo, nonché provocandole dolori in sede sottodiaframma per i numerosi episodi di vomito, dovendo ricorrere ad antinfiammatori prescritti dal medico di base dr.ssa OMISSIS per un periodo di 15 gg.; ciò essendo ben consapevole della giovane età della ragazza che risulta evidentemente minore di anni 16
Art. 81 cpv. - 689 c.p. somministrazione di bevande alcoliche a minori: perché, con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, in data 31.10.2016 in qualità di esercente dell’attività commerciale PUB denominato “LOBO LOCO”, titolare di SCIA comunale di somministrazione di bevande alcoliche somministrava bevande superalcoliche (vodka – Rum), in particolare n. 2 “shottini” a OMISSIS, minore di anni 13, n. 2 “shottini” OMISSI, minore di anni 12 e n. 2 “shottini” OMISSIS, minore di anni 14; ciò essendo ben consapevole della giovane età dei tre ragazzi che risultano evidentemente minori di anni 16; Fatto commesso in Ferrara il 31.10.2016;
Entrambi i fatti aggravati dal III co. perché commessi più di una volta: (pena accessoria della sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 € a 25.000 € e sospensione dell’attività per tre mesi - co. inserito in sede di conversione dell’art. 7 D.L. 13.09.2012 n. 158 conv. Con mod. in L. 08.11.2012 n. 189);

Ovviamente la denuncia farà il suo corso ma nel frattempo il Questore di Ferrara ha ritenuto di dover tutelare i minori e l’intera comunità procedendo alla chiusura per motivi di ordine e sicurezza pubblica del locale in relazione, appunto, al pericolo effettivo per l’ordine pubblico, per la sicurezza generale, per la salute dei minori e per la tranquillità dei cittadini.-
Le indagini della Polizia di Stato, in collaborazione con la Polizia Municipale, proseguiranno sulla base degli elementi emersi a carico di altri locali.-
Questo fenomeno purtroppo è un fenomeno non isolato per la città di Ferrara in quanto una recente indagine sull’intera Regione Emilia Romagna nelle giornate dei sabato sera i Pronto soccorso delle si riempiono di minori di anni 12 – 13 e 14 anni colti da intossicazione acuta da alcol con gradi di tasso da etanolo pari a 2 o 3 gr/lt. 


Ferrara, 17 novembre 2016


17/11/2016

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

22/11/2017 17:29:15