Questura di Cuneo

  • Piazza Torino n. 5 - 12100 CUNEO ( Dove siamo)
  • telefono: 0171443411
  • fax: -------
  • email: gab.quest.cn@pecps.poliziadistato.it

Operazione “movida”. 3 arresti della Mobile per spaccio di cocaina.

VOLANTE

3 arresti della Mobile per spaccio di cocaina, in manette cittadino albanese accusato di aver sparato, l’anno scorso, ad un connazionale.

La Squadra Mobile di Cuneo, seguendo il sentiero della cocaina, dopo i 4 arresti di agosto, ha inferto un altro duro colpo allo spaccio di cocaina, di medio livello, arrestando, in esecuzione della custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Cuneo, un pusher ed un trafficante di droga. Lunedì mattina all'alba gli uomini della Squadra Mobile, sono andati a savigliano ove hanno tratto in arresto due cittadini albanesi per i quali, il g.i.p. di saluzzo, aveva emesso due custodie personali in carcere per spaccio di cocaina. In particolare, gli uomini della Mobile, partendo dallo spaccio al minuto di Cuneo, operato da Valenti Salvatore, arrestato ad agosto, individuavano i due canali di approvvigionamento di stupefacente; da un lato, tripodi salvatore, anch'egli arrestato ad agosto, e GESHTEJA Kole, cittadino albanese, classe 1982, pluripregiudicato per reati connessi agli stupefacenti, e, soprattutto, perché ritenuto responsabile di aver attinto un connazionale con colpi di pistola in pieno giorno in corso Monviso a Cuneo (reato per il quale si sta celebrando, in questi giorni, il processo). L'attività di indagine, spostatasi nel Saviglianese, luogo di residenza del Geshteja e, soprattutto, di scambio e consegna dello stupefacente veniva coordinata dalla Procura di Saluzzo, dott.ssa bianconi. In breve tempo gli investigatori della sezione antidroga, coordinati dal Sost. Comm. Pirito, riuscivano a stringere il cerchio intorno al geshteja ed alla rete che gli stava intorno. Il GESHTEJA, infatti, è un personaggio di spessore che, difficilmente, si abbassava a fare consegne di stupefacente in prima persona (solo a clienti abituali ed estremamente fidati che, rigorosamente, si dovevano recare da lui e mai viceversa) e si premurava, altresì, di non detenere mai, sulla propria persona, lo stupefacente. A coadiuvarlo nella rete dello spaccio, infatti, vi erano dei giovani connazionali utilizzati come "cavalli" per le consegne e, soprattutto, per la materiale detenzione dello stupefacente. In particolare si evidenziava A.M., classe 1989, che custodiva lo stupefacente per il GESHTEja rendendosi disponibile a consegnarlo ovvero ad effettuare, per suo conto, delle cessioni. Nell'arco delle indagini, infatti, veniva riscontrata la cessione di 5 grammi di cocaina a Saluzzo ad un giovane assuntore locale da parte di un giovane cittadino albanese immediatamente bloccato ed arrestato. La cessione avveniva il venerdì sera, dietro il duomo, ed esemplificava uno dei principali canali di smercio al minuto della cocaina quello della movida del fine settimana frequentata da giovani e giovanissimi che, da giovedì, cominciavano a cercare gli spacciatori per premurarsi di trascorrere un venerdì ed un sabato allegri (di qui il nome dell'operazione). Il GESHTEJA, però, effettuava sia cessioni al minuto, per tramite dei propri "cavalli", sia cessione di rilievo ad altri spacciatori operanti sulle piazze di Cuneo e Saluzzo. Per Il GESHTEJA, irregolare sul territorio nazionale, all'uscita del carcere scatterannole procedure per l'espulsione.
03/10/2012

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

23/04/2019 00:17:16