Questura di Crotone

  • Largo Pastificio n.20 - 88900 Crotone ( Dove siamo)
  • telefono: 09626636111
  • fax: 09626636777
  • email: gab.quest.kr@pecps.poliziadistato.it

ATTIVITÀ SVOLTA NELL’ARCO DELLA SETTIMANA

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio e del “Piano di Azione Nazionale e Transnazionale - Focus ‘ndrangheta” sono stati conseguiti i seguenti risultati:

 

- arrestate nr. 05 persone;

- deferite nr. 06 persone all’Autorità Giudiziaria (di cui nr. 01 all’Autorità Amministrativa);

- controllate nr. 07 persone sottoposte a misure di sicurezza;

- identificate nr. 399 persone, di cui nr. 58 extracomunitarie;

- controllati nr. 145 veicoli (anche con sistema Mercurio);

- effettuati numerosi posti di controllo;

- elevate nr. 08 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;

- effettuati nr. 09 fermi/sequestri amministrativi e/o penali;

- effettuate nr.10 perquisizioni;

- accompagnate nr. 06 persone in Questura per identificazione;

- effettuati nr. 62 controlli amministrativi ad esercizi pubblici e, contestualmente, elevate nr. 02 sanzioni amministrative.

 

Nel pomeriggio di sabato 1° dicembre u.s., personale della Squadra Volanti ha segnalato al Sig. Prefetto, ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/90, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti, C. A. nato a Rossano (CS) classe 1987. Nella circostanza, il predetto veniva trovato in possesso di gr. 6,0 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, debitamente sequestrata.

 

Nel primo pomeriggio di martedì 4 dicembre 2018, personale della Polizia di Stato, ha tratto in arresto A. L., crotonese classe 1968, pregiudicato, per il reato di tentato omicidio. Il predetto, nella zona antistante l’ingresso del Pronto Soccorso del nosocomio cittadino, aggrediva un medico del Reparto di “Medicina Generale” della stessa struttura sanitaria. La vittima prontamente accompagnata nei locali del Pronto Soccorso, dove entrava con “codice rosso”, riportava una escoriazione alla testa, una ferita alla gola (la più preoccupante) ed una al torace, ma non risulta essere in pericolo di vita, con prognosi di 30 (trenta giorni), mentre A. L. è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale. Il predetto, inoltre, è stato denunciato perché resosi responsabile del reato di falsificazione, manomissione o alterazione di targhe automobilistiche ovvero uso di targhe manomesse, falsificate o alterate.

 

Nel pomeriggio del 5 dicembre u.s., personale della Squadra Volante ha denunciato in stato di libertà M.M., rumena del 1973, pregiudicata, in atto sottoposta al regime degli arresti domiciliari, perché resasi responsabile del reato di evasione.

 

Nella mattinata del 5 dicembre u.s., la Polizia di Stato ha arrestato una persona accusata di furto e uso indebito di carte di credito. L’arrestato, N. G., classe ’71, della provincia di Cosenza, con numerosi precedenti, è stato identificato come colui che, la mattina del 24 ottobre scorso, dopo essere entrato all’interno della Procura della Repubblica di Crotone, passando per una scala secondaria, si era intrufolato all’interno di uno degli uffici del personale amministrativo e aveva rubato un portafoglio dalla borsa di una funzionaria. Dopodiché oltre ad impossessarsi del denaro contante presente, circa duecento euro, il predetto effettuava un prelievo da uno sportello bancomat di circa duecentocinquanta euro, per poi allontanarsi. Grazie alle riprese delle telecamere dello sportello bancomat, gli investigatori della Squadra Mobile, nonostante il soggetto avesse il volto parzialmente coperto da un cappuccio, riconoscevano il N. G. come l’autore del prelievo. I successivi accertamenti svolti confermavano il riconoscimento svolto dai poliziotti inchiodando, di fatto, il reo alle sue responsabilità. Considerata la gravità del reato e la particolare pericolosità del quarantasettenne, visti i suoi precedenti, veniva richiesta dal pubblico ministero, dott. Alfredo Manca, e concessa dal Giudice, la cattura del soggetto, residente fuori dalla provincia, il quale veniva rintracciato e portato in carcere.

 

Nel pomeriggio della stessa giornata, personale della locale Squadra Mobile ha dato esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere nei confronti di B. R., nato in Ucraina nel 1999 e T. D., nato in Lettonia nel 1989, indagati del delitto di favoreggiamento aggravato all’immigrazione clandestina per aver organizzato ed effettuato il trasporto, dalla Turchia fino al territorio dello Stato Italiano, a bordo di una imbarcazione a vela, di n. 78 cittadini extracomunitari privi di cittadinanza italiana e titolo per risiedere in maniera permanente sul territorio nazionale. Il citato provvedimento è stato notificato presso la casa circondariale di Crotone, atteso che i predetti erano già stati sottoposti, in data 24.11.2018, a fermo di indiziato di delitto da personale di questa Squadra Mobile e dai militari dell’Unità Navale della Sezione Operativa della Guardia di Finanza di Crotone, quali scafisti dello sbarco avvenuto il 23.11.2018 in località “Capo Cimiti” di Isola Capo Rizzuto (KR).

 

Nella serata di giovedì 6 dicembre, personale della Questura di Crotone, unitamente a personale del Nucleo Artificieri di Catanzaro, hanno effettuato un controllo amministrativo ex. art 13 della legge n. 689/1981, in provincia di Crotone presso un’armeria.al termine del controllo si riscontrava quanto di seguito:

  • violazione delle prescrizioni della licenza rilasciata dal Sig. Questore di Crotone nel 2016 e rinnovata sino al 2021;
  • licenza di P.S. ex art. 47 TULPS per l’esercizio di minuta vendita di prodotti esplodenti con tenuta in deposito e vendita di esplosivi della I^ categoria (polveri da sparo pura, per un massimo di 18 kg) e della V^ categoria, gruppo A (polvere da sparo in cartucce, per un massimo di 65 kg) rilasciatagli dal sig. Prefetto di Crotone nel 2018.

Pertanto si procedeva al sequestro ex art. 354 c.p.p. di quanto rinvenuto in esubero alle autorizzazioni di polizia di cui sopra ed esattamente di:

  • nr. 38 armi lunghe;
  •  munizioni per arma lunga VARTI calibri contenuti in pacchetti originali per un totale di 82.683 pezzi pari a kg. 147;
  • esplosivi di prima categoria per un peso complessivo di kg. 13,5.

Il proprietario, all’esito delle operazioni, è stato deferito per i reati sopra menzionati.

 

 

 

 

 

Crotone, 08.12.2018.


08/12/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

11/12/2018 19:08:16