Questura di Crotone

  • Largo Pastificio n.20 - 88900 Crotone ( Dove siamo)
  • telefono: 09626636111
  • fax: 09626636777
  • email: gab.quest.kr@pecps.poliziadistato.it

Servizi di controllo del territorio della Polizia di Stato.

Nel corso di questa settimana, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Sig. Questore della Provincia di Crotone, dr. Claudio SANFILIPPO, sono stati conseguiti i seguenti risultati:

 

- tratte in arresto nr. 05 persone;

- denunciate nr. 06 persone all’Autorità Giudiziaria;

- segnalata nr. 01 persona all’Autorità Amministrativa, in quanto assuntore di sostanze stupefacenti;

- controllate nr. 19 persone sottoposte a misura restrittiva;

- identificate nr. 1445 persone, di cui nr. 28 extracomunitari;

- controllati nr. 134 veicoli (anche con sistema Mercurio);

- elevate nr. 12 sanzioni per violazioni al Codice della Strada;

- eseguiti nr. 06 fermi e/o sequestri amministrativi e/o penali;

- accompagnate nr. 08 persone nei nostri Uffici per identificazione;

- eseguite nr. 19 perquisizioni;

 

Nella giornata del 18 febbraio 2017, personale dell’U.P.G.S.P. - Squadra Volanti ha deferito all’A.G., per il reato di evasione, l’arrestato domiciliare V. D., crotonese, classe 1997.

 

Nella giornata del 19 febbraio u.s., personale della Squadra Volanti ha deferito all’A.G. in stato di libertà, per il reato di guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, C. D., classe 1997.

 

Nella mattinata del 21 febbraio 2017, personale di questa Squadra Mobile, ha deferito in stato di libertà alla competente A.G., per il reato di cui all’art. 646 c.p., il cittadino extracomunitario N. F., nato nel 1978 in Pakistan, domiciliato presso il centro Agorà sito alla contrada Sovereto di Isola di Capo Rizzuto (KR), poiché in data 23.11.2016 si appropriava indebitamente di un computer portatile.

 

Sempre nella giornata di martedì 21 febbraio, personale della Squadra Volanti ha deferito all’A.G., G. O. crotonese classe 1990, per il reato di possesso di grimaldelli o arnesi atti allo scasso e, in circostanze diverse, C. P. crotonese classe 1989, per il reato di “Inosservanza delle prescrizioni della Misura della Prevenzione della Sorveglianza Speciale”.

 

Nel pomeriggio del 23 febbraio 2017, personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto B. A. crotonese classe 1972, nonché M. A. crotonese classe 1978, in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso in pari data dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catanzaro a seguito della pronuncia della Suprema Corte di Cassazione del 22.02.2017, con la quale ha rigettato il ricorso promosso dai medesimi avverso la sentenza della Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro del 21.10.2015, dovendo gli stessi espiare la pena residua definitiva di anni 5 e mesi 10 giorni 18 di reclusione per il primo, mentre per il secondo, la pena residua definitiva da espiare consiste in anni 5 e mesi 3 giorni 27 di reclusione.

I menzionati sono stati ritenuti responsabili della rapina avvenuta in data 16 giugno 2012 ai danni di un grossista di gioielli.

 

Sempre nella giornata di giovedì 23 febbraio, personale della Squadra Volanti ha tratto in arresto, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzioni di esplosivi, resistenza a P.U., possesso di documenti di identità falsificati, C. S. crotonese classe 1966, pluripregiudicato. Nella medesima circostanza, sono stati avviati i procedimenti amministrativi per l’emissione del foglio di via obbligatorio, a carico di:

- A. V. L. A. dominicana classe 1973;

- V. M. M. colombiana classe 1969;

- B. Q. M. F. colombiana classe 1990.

 

Ancora nella giornata del 23 febbraio 2017, personale della Squadra Volanti ha deferito alla competente A.G., S. A. pakistano classe 1987, ritenuto responsabile dei reati di resistenza e oltraggio a P.U.

 

Nel pomeriggio del 23 febbraio, personale della Squadra Mobile, ha sottoposto a fermo di indiziato di delitto O. M., nigeriano, classe 1993, indagato in ordine ai delitti di cui agli artt. 609-bis, 609 ter n. 4, 605, 582 c.p., perché, ospite del CDA/CARA S. Anna di Isola di Capo Rizzuto (KR), rinchiudeva all’interno del proprio modulo abitativo, una connazionale del 1991 e, dopo averla denudata ed immobilizzata con dei legacci, tentava di unirsi carnalmente con la stessa e contro la sua volontà, desistendo dall’intento solo a seguito dell’intervento di altro connazionale, provocandole, nell’occorso, delle lesioni. La vittima veniva, quindi, soccorsa e condotta presso il locale nosocomio ove le venivano diagnosticati: “ematoma in regione orbitaria destra, cervicalgia ed algia scheletro costale traumatica con addominalgia diffusa e trauma polso destro” giudicati guaribili in 10 giorni s.c. Gli sviluppi investigativi, consentivano di verificare la fondatezza della versione dei fatti, per come narrata dalla vittima, peraltro confermata dal cittadino nigeriano che aveva provveduto alla liberazione della stessa, per cui l’autore della violenza veniva rintracciato in un altro settore del Centro di Accoglienza. Il predetto, su disposizione del P. M. di Turno presso la Procura della Repubblica di Crotone, veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto ed associato alla locale casa circondariale a disposizione della competente A.G.

 

Nella mattinata del 24 febbraio 2017 personale di questa Squadra Mobile ha dato esecuzione al provvedimento custodia cautelare in carcere n. 3296/13 RGNR, 34460/15 RG 35°GIP e n.21/16 OCC emessa in data 19.01.2016 dal Tribunale di Napoli nei confronti di F. C., nigeriano, classe 1992, poiché indagato per i reati di associazione ai fini della produzione, traffico e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Lo straniero, dopo le formalità di rito, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Catanzaro a disposizione della competente A.G.

 

Nella giornata del 24 febbraio, personale dell’U.P.G.S.P. ha segnalato al Sig. Prefetto, ai sensi dell’art. 75 DPR 309/90, A. I. A. M., iracheno, classe 1990, poiché trovato in possesso di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, dal peso lordo di gr. 1,3.


26/02/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

12/12/2017 22:54:35