Questura di Cremona

  • via Tribunali n.6 - 26100 CREMONA ( Dove siamo)
  • telefono: 03724881
  • fax: 0372488777
  • email: urp.quest.cr@pecps.poliziadistato.it

160° Anniversario di fondazione della Polizia di Stato.

Questura di Cremona

160° Anniversario della Polizia di Stato

Attualità

Sabato 26 maggio scorso si è svolta la cerimonia per i 160 anni della fondazione della Polizia di stato. Numerose le Autorità civili e militari accolte dal saluto del Questore Dr. Antonio Bufano e dal picchetto degli Agenti schierati davanti al Palazzo Cittanova. Una cerimonia incominciata con un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del terremoto in Emilia e dell'attentato alla scuola di Brindisi. Durante la festa sono stati letti i messaggi delle Autorità dello Stato tra cui quelli che il Presidente della Repubblica, il Presidente del Consiglio dei Ministri, e il Ministro dell'interno hanno rivolto al Signor Capo della Polizia.

E' stato il Prefetto Tancredi Bruno di Clarafond a consegnare i tradizionali riconoscimenti. Sono andati ad Agenti che si sono particolarmente distinti per capacità professionali nella loro attività investigativa: Poliziotti della Squadra Volante che hanno sventato una rapina alla Banca di Via del Giordano, quelli della Squadra Mobile che hanno incastrato i banditi responsabili della rapina in una gioielleria del centro e quelli della Polizia Stradale che hanno arrestato i due specialisti delle razzie sulle auto ai caselli. Inoltre riconoscimenti anche agli Agenti del Commissariato e del distaccamento della Polstrada di Crema per altre operazioni di Polizia. Anche il personale in quiescenza è stato destinatario di riconoscimenti: medaglie di commiato agli ex Questori Aniello Sciavicco, e Massimo Francesco Castore (ritirato dal figlio Luca), all'Assistente capo della Polizia Stradale Paolo Modonutti scomparso in un incidente stradale (ritirato dalla moglie) e, per ultimo, ai Primi Dirigenti Michele Raimo e Ciriaco Sorrentino.

Andamento della criminalità nella provincia di Cremona

Dati Interforze

PROVINCIA

I reati commessi nella provincia, dal 1° maggio 2011 al 1° maggio 2012, confrontati con quelli dello stesso periodo del 2010/2011, mostrano una tendenza all'aumento, essendo passati da 12.895 a 13.416 (+521 reati) corrispondenti al 4% in più rispetto all'anno precedente. In particolare, oltre ai tre casi di omicidio volontario che hanno interessato la provincia nei due periodi considerati, i cui autori sono stati identificati ed assicurati alla giustizia, sono diminuiti i casi di omicidio colposo quale conseguenza di incidenti stradali, che sono passati da 40 a 25, mentre non si è verificato alcun incidente sul lavoro con esito mortale.

Il gruppo di reati contro la persona ha avuto il seguente andamento: le denunce di lesioni dolose sono passate da 294 a 339 (+45), le percosse da 127 a 103 (-24), le minacce da 526 a 503 (-23), le ingiurie da 479 a 483 (+4) e le violenze sessuali da 28 a 29. Elevato, per questa tipologia di reato il numero dei responsabili assicurati alla giustizia.

I furti, semplici e aggravati, passando da 6.246 a 6.857, realizzano un incremento di 611 casi, corrispondente al 9,78 % in più rispetto all'a periodo precedente. In particolare, si registra un aumento nel numero di furti con strappo da 11 a 25 (+14), con destrezza, da 301 a 341 (+40), in esercizi commerciali da 533 a 546 (+13), su auto in sosta, da 758 a 829 (+71), di ciclomotori, da da 62 a 89 (+27), di motociclo, da 20 a 28, di autovetture, da 223 a 244 (+21) e in abitazione, da 1.181 a 1.198 (+ 17). Sono invece diminuiti i furti di opere d'arte e materiale archeologico, da 5 a 4, i furti di automezzi trasportanti merci, da 12 a 6. Si è registrata anche una diminuzione dei reati di ricettazione, da 171 a 131 (-40).

Le rapine sono aumentate, da 109 a 119 (+10); in particolare è cresciuto il numero di quelle consumate in abitazione, da 17 a 18, nelle banche da 8 a 10 e negli esercizi commerciali, da 18 a 24. Sono diminuite le rapine negli uffici postali da 2 a 1 e quelle nella pubblica via, da 38 a 36.

E' aumentato il numero delle estorsioni, da 19 a 21, delle truffe informatiche, da 533 a 652 (+119) e, infine, sono aumentati i reati di sfruttamento della prostituzione e pornografia minorile, da 23 a 24.

I reati concernenti gli stupefacenti sono passati da 136 a 117 (-19) ma ciò non equivale ad affermare che il consumo e l'abuso siano in calo.

A fronte dell' incremento nel numero di delitti registrato nel periodo 1° maggio 2011- 1° maggio 2012 rispetto allo stesso periodo degli anni 2010 -2011 vi è da segnalare come sia complessivamente cresciuta la risposta delle Forze di Polizia e la loro capacità operativa che ha consentito di ottenere i seguenti risultati, proporzionalmente superiori all'incremento registrato. Infatti tale capacità è immediatamente rilevabile dal maggior numero di persone complessivamente assicurate alla giustizia, nell'ordine del 9,14%. In dettaglio:

1° maggio 2010/2011

Reati:12.895 persone denunciate:2841 persone arrestate: 386 totale: 3.227

1° maggio 2011/2012

Reati: 13.416 persone denunciate:3.275 persone arrestate: 340 totale: 3.615

CAPOLUOGO

I reati commessi nel Capoluogo, dal 1° maggio 2011 al 1° maggio 2012, confrontati con quelli dello stesso periodo del 2010/2011, ricalcando il medesimo andamento dei dati provinciali, mostrano una più netta tendenza all'aumento, essendo passati da 3.799 a 4.302 (+ 603), corrispondente al 13,24 % in più rispetto al precedente periodo.

Nel dettaglio si osserva che nell'unico caso di omicidio volontario, avvenuto nel secondo periodo considerato, l'autore è stato scoperto ed assicurato alla giustizia.

Sono diminuite le denunce di lesioni dolose da 98 a 95 e le minacce da 128 a 125, mentre sono incrementate le denunce di percosse, da 20 a 36 (+16), le ingiurie da 95 a 107 e violenze sessuali, da 6 a 12.

I furti semplici ed aggravati, passando da 1736 a 2288, realizzano un aumento di 552 casi, corrispondente al 31,80% in più rispetto all'anno precedente; in particolare sono risultati in aumento i furti con strappo, da 3 a 10, quelli con destrezza, da 100 a 120, in esercizi commerciali, da 209 a 225, su auto in sosta, da 218 a 395 (+177), e di autovetture, da 49 a 71 (+22). Sono diminuiti i furti in abitazione, da 160 a 158, i furti di ciclomotori, da 28 a 27 e quelli di motociclo, da 9 a 6.

Anche nel capoluogo sono aumentate le rapine, da 33 a 49 (+16) ed in particolare, quelle in abitazione, da 2 a 4 e quelle negli esercizi commerciali, da 5 a 12; quelle in banca sono invariate nel numero di 5 e quelle nella pubblica via sono diminuite da 15 a 14. Nessuna rapina è avvenuta negli uffici postali.

Infine sono aumentate le truffe informatiche, da 185 a 215 (+30) e i reati concernenti lo sfruttamento della prostituzione e pornografia minorile, da 12 a 16. I reati concernenti gli stupefacenti passano da 37 a 17 (-20) ma questo non equivale ad affermare che il consumo e l'abuso siano in calo.

Nella galleria fotografica sono disponibili le immagini dell'evento oltre alle slide dei risultati dell'attività di contrasto.


29/05/2012

Gallerie

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

22/05/2019 13:06:29