Questura di Cremona

  • via Tribunali n.6 - 26100 Cremona ( Dove siamo)
  • telefono: 03724881
  • fax: 0372488777
  • email: urp.quest.cr@pecps.poliziadistato.it

Maxi controllo della Polizia: sospese le attività a 9 centri massaggi gestiti da cittadini cinesi.

Maxi controllo della Polizia: sospese le attività a 9 centri massaggi gestiti da cittadini cinesi.

Nella tarda serata di venerdì 13 aprile, personale della Polizia di Stato, coadiuvato dalla Polizia Locale e da tecnici dell’AST , a conclusione di un approfondito lavoro investigativo  in pregiudizio dei Centri massaggi cinesi  nel capoluogo, ha sospeso le attività a 9 centri massaggi gestiti da cittadine cinesi . L’attenzione investigativa, iniziata circa due mesi fa consentiva di verificare che l’utenza dei centri era prevalentemente ed insolitamente di sesso maschile. Altresì peculiare era l’orario di apertura dei centri, che nelle ore mattutine risultavano chiusi per poi  protrarsi in orari notturni. Inoltre, la pubblicità tramite quotidiani o “siti on line”di incontri, lasciava intendere che l’offerta di massaggi era verosimilmente un’attività di copertura alla prostituzione. La novità investigativa di quest’operazione consiste nell’aver perseguito i locali come luogo “sospetto” e , solo successivamente i titolari. Ciò  al fine di evitare che repentine  cessioni di licenze potessero  eludere la possibilità giuridica di un sequestro del locale ove si effettuano i “massaggi.” Il  “ blitz “ nei centri massaggi è scattato alle 22 circa, allorchè simultaneamente gli uomini impegnati, circa 50, irrompevano nei centri . Le infrazioni rilevate riguardano :  situazioni igieniche gravemente compromesse ,gravi e plurime violazioni della normativa in tema di tutela  della sicurezza sui luoghi di lavoro, carenze impiantistiche e mancanza di certificazioni sia termoidraulica che elettrica , svolgimento di attività di estetista senza abilitazione, numerose infrazioni a norme edilizie, difformità palesi rispetto a quanto dichiarato nella” Scia “, presenza di importanti quantitativi di derrate alimentari ,ingiustificata in rapporto alle attività dichiarate e che lasciano intuire che nei centri molte ragazze che vi lavoravano  vivessero ,uso difforme delle superfici occupate in quanto utilizzate in maniera promiscua a dimora. Uno spettacolo inquietante si è presentato agli operatori di polizia nei sottoscala ed in alcune stanze per le condizioni igieniche rilevate e per frigoriferi colmi all’inverosimile di prodotti alimentari scaduti o marci. Continuano gli approfondimenti amministrativi e di polizia per i severissimi provvedimenti e le conseguenze , anche penali, che ne deriveranno.


18/04/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

21/06/2018 23:18:19