Questura di Catanzaro

  • Piazza Le Pera - 88100 Catanzaro ( Dove siamo)
  • telefono: 0961/889111
  • email: gab.quest.cz@pecps.poliziadistato.it (Ufficio di Gabinetto); urp.quest.cz@pecps.poliziadistato.it (Ufficio Relazioni con il Pubblico)

63 persone denunciate in stato di libertà e 5 arresti: tre settimane di intensa attività della Polizia di Stato su Catanzaro e provincia

periodico

Incessanti i controlli ordinari e straordinari disposti dal Questore della Provincia di Catanzaro, Dr.ssa Amalia di Ruocco, nelle ultime tre settimane, nel capoluogo e sul territorio provinciale al fine di prevenire e reprimere i reati in genere e contrastare comportamenti di illegalità diffusa che minano le basi di una serena convivenza civile.

Con l’impiego degli Agenti della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, dei Commissariati di Pubblica Sicurezza della provincia, delle altre articolazioni della Questura, della Polizia Stradale, del Reparto Prevenzione Crimine “Calabria Centrale” ed unità del Nucleo Cinofili di Vibo Valentia, sono stati effettuati mirati servizi, che hanno interessato i quartieri  più  a rischio,  attività economiche e commerciali, il  lavoro nero ed irregolare, lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Sessantatré le persone che la Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria resesi responsabili di diversi tipi di reati. Nello specifico: tredici per inosservanza del Foglio di Via Obbligatorio; tre per guida sotto l’influenza dell’alcool; quattro per inosservanza degli obblighi inerenti la Sorveglianza Speciale di P.S.; nove per lesione e minaccia; due per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso; tre per porto ingiustificato di armi da punta e taglio;  due per simulazione di reato; una per maltrattamenti in famiglia; una per inosservanza degli obblighi familiari; una per molestie sessuali; tre cittadini stranieri di nazionalità irachena per il reato di clandestinità sul territorio italiano; una per ricettazione; due responsabili di resistenza a pubblico ufficiale. Inoltre, a seguito dell’attività di contrasto all’occupazione abusiva di abitazioni sono state denunciate in stato di libertà diciassette persone e altre cinque sono state tratte in arresto per allaccio abusivo alle reti Italgas e Enel.

Nell’ambito di specifici servizi finalizzati alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, sono state controllate le Stazioni delle Ferrovie e degli autobus extraurbani, le aree frequentate maggiormente dai giovani, dalle scolaresche e  dai pendolari, nonché le aree verdi di alcuni dei quartieri più densamente popolati. Durante tale attività sono stati rinvenuti, occultati tra cassette elettriche e siepi, due bilancini di precisione, e alcuni involucri contenenti complessivamente  51 gr. di marijuana e 12,26 gr. di hashish, già suddivisi in dosi, pronte per lo spaccio. Inoltre un ragazzo di diciassette anni è stato  denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria perché trovato in possesso di 8,31 grammi di  marijuana.

Cinque giovani, trovati in possesso di alcune dosi di marijuana, cocaina, hashish ed eroina, sono stati segnalati al Nucleo Operativo Tossico Dipendenza della locale Prefettura, in quantoassuntori di sostanze stupefacenti,Tutta la droga rinvenuta nell’ambito della complessiva attività è stata posta sotto sequestro.

Nel prosieguo del piano di controllo agli esercizi pubblici per verificarne la regolarità delle autorizzazioni,  la posizione lavorativa del personale dipendente, le condizioni di sicurezza, sono state eseguite verifiche su 13 ditte ed imprese. Per violazione delle norme in materia igienico sanitario è stata comminata la sanzione amministrativa ad un esercente nel Comune di Lamezia Terme.

Sul circuito delle strade comunali e statali sono stati effettuati 318 posti di posti di controllo con l’impiego di pattuglie della Polizia Stradale, della Squadra Volante della Questura e dei Commissariati di P.S., con un bilancio di 2030 veicoli controllati, 7 sequestrati, e 530 contravvenzioni elevate per infrazioni al Codice della Strada.  

Nel periodo in esame l’Ufficio Immigrazione ha notificato a due cittadini stranieri, uno  del Mali, l’altro del Marocco, il provvedimento di espulsione con ordine di abbandonare il territorio nazionale; invece otto sono i provvedimenti di non ritorno nel Comune di Catanzaro per la durata di tre anni notificati dalla Divisione Anticrimine nei confronti di sette italiani e di un cittadino originario del  Gambia.


16/10/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

24/11/2017 17:40:27