Questura di Catanzaro

  • Piazza Le Pera - 88100 Catanzaro ( Dove siamo)
  • telefono: 0961/889111
  • email: gab.quest.cz@pecps.poliziadistato.it (Ufficio di Gabinetto); urp.quest.cz@pecps.poliziadistato.it (Ufficio Relazioni con il Pubblico)

“Educare alle emozioni per una convivenza civile” : SKILLS FOR LIFE

logo Skill for Life

Nel pomeriggio di lunedì ha preso avvio il progetto interistituzionale “Skill for Life”, che vede affiancati sinergicamente la Regione Calabria, la Questura di Catanzaro, l’Azienda Sanitaria Provinciale e la Direzione Scolastica Regionale.

Il progetto, secondo la logica di “rete integrata”, si concretizza in un percorso formativo dedicato agli insegnanti degli Istituti scolastici del capoluogo e della provincia.

Durante la presentazione del progetto, presso la Cittadella Regionale, si sono susseguiti gli interventi dei rappresentati delle Istituzioni, alla presenza di 40 docenti volontari iscrittisi al primo corso sperimentale.

Il Questore di Catanzaro, d.ssa Amalia di Ruocco, promotore dell’iniziativa,  ha spiegato che i progetti di Educazione alla Legalità  con gli studenti della Scuole, che da molti anni impegnano la Polizia di Stato su impulso del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, hanno grande valore, ma che parlare di regole con i ragazzi non è sufficiente perché vengano osservate , conoscere le regole non basta per praticarle . Su questa considerazione è nata una riflessione su come operare e si è avviato un approccio alla Educazione dell’emotività, a partire dagli adulti.

Il progetto di oggi si rivolge ai docenti che, alla fine del percorso formativo, avranno il compito di educare alle emozioni  i  loro discenti.

Le capacità dell’Intelligenza, che sono personali e sociali si possono allenare. Al termine del percorso non viene garantita la felicità ma si avranno le capacità per capire le proprie ed altrui emozioni, dare ad esse un nome e sapere come gestire le relazioni con gli altri e le difficoltà della vita senza ricorrere all’alcool, alla droga, alla violenza. Solo così vi sarà un’adesione interna alle regole che sono la base per una convivenza civile. Se si raggiunge questo obiettivo le persone non hanno più motivo per non rispettare le regole ed avremo educato alla legalità. Il Questore, ha garantito ai docenti, per averlo già sperimentato in altri corsi, in altre sedi, che  questa formazione migliorerà anche la motivazione e la performance dei docenti, mentre per i ragazzi affidati ai suddetti insegnanti che porteranno in classe questo percorso migliorerà di sicuro anche il rendimento scolastico.

Il prof. Antonio Viscomi, Vicepresidente della Giunta Regionale, ha espresso convinzione nel progetto, per il quale la Regione Calabria si è fortemente impegnata. Un tassello per ricostruire la rete delle relazioni nella comunità , che è composta di uomini, lavoro, emozioni. Ascoltare se stessi per ascoltare gli altri, rimettere al centro della comunità la persona  per sentirsene parte. Promuovere il benessere socio relazionale a scuola e la convivenza civile attraverso la formazione dei docenti, sperimentare un Corso ed un Modello di formazione sull’Intelligenza Emotiva estendibile e replicabile, implementare le competenze dei docenti nell’educare alle emozioni gli studenti. 

Il dr. Giuseppe Perri, Direttore Generale dell’ASP, ha ricordato che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha posto al centro della promozione della salute e della prevenzione la crescita delle LIFE SKILLS (abilità e competenze di vita) a partire dalla scuola. Quindi la promozione del benessere fisico ma anche psicologico e relazionale inserito nel contesto sociale per migliorare la salute. Il Questore è riuscita a coinvolgerci con il suo entusiasmo in questa esperienza e come ASP siamo convinti del percorso tracciato e della meta.

La d.ssa  Angela Riggio, responsabile per  le Direzione Scolastica Regionale  della formazione del personale e dei docenti delle scuole, ha espresso la ferma convinzione che il tema dell’Intelligenza Emotiva affascina, il riconoscersi come persone, portatrici di emozioni e lavorare sulle emozioni per migliorare le relazioni con gli alunni e con i genitori, per comprendere le emozioni degli altri e le proprie sviluppa l’empatia che ha un ruolo preminente nella vita sociale.

La d.ssa Annamaria Bruni, psicologa dell’ASP a cui è stato affidato il corso, ha descritto nei dettagli il programma delle cinque giornate formative e la metodologia didattica, ribadendo le finalità della sperimentazione. Questo corso mette al centro l’uomo, la persona e il suo valore. L’Intelligenza Emotiva è la capacità di riconoscere, comprendere, utilizzare e gestire in maniera consapevole le proprie emozioni. E’ un Soft Skill essenziale: ci consente di comunicare in modo empatico ed entrare in sintonia con le persone, migliorando significativamente la qualità della vita personale, professionale e sociale.  

Questo è solo il primo corso, se altri insegnanti vorranno potranno già iscriversi presso l’U.S. P. perché verrà presa sicuramente in esame la possibilità di altri corsi nel 2018.


18/10/2017

18/11/2017 05:35:31