Questura di Catanzaro

  • Piazza Le Pera - 88100 Catanzaro ( Dove siamo)
  • telefono: 0961/889111
  • email: gab.quest.cz@pecps.poliziadistato.it (Ufficio di Gabinetto); urp.quest.cz@pecps.poliziadistato.it (Ufficio Relazioni con il Pubblico)

La Polizia sequestra 150 kg di materiali pirotecnici ed arresta un uomo di 33 anni -Operazione della Squadra Volante e Nucleo Artificieri

Proseguono serrate le attività  di  monitoraggio, controllo ed ispezione nei confronti di persone e ditte soggette ad autorizzazioni di P.S. nel campo degli articoli pirotecnici e fuochi artificiali, con finalità di prevenzione e repressione di illeciti e per la verifica della regolarità e del rispetto delle misure di sicurezza sui siti di sparo per l’incolumità pubblica e privata.

Secondo la pianificazione  disposta dal Questore di Catanzaro, d.ssa Amalia Di Ruocco,  la Squadra Volante e il Nucleo Regionale Artificieri hanno operato, appena dopo la mezzanotte dello scorso lunedì, nel territorio del Comune di Conflenti (CZ), a margine dei festeggiamenti religiosi avrebbe avuto luogo uno spettacolo pirotecnico non notificato agli Uffici della Questura.

Dai controlli sono emerse diverse irregolarità e violazione di norme che hanno determinato l’arresto di M. M., anni 33, già noto alle Forze dell’Ordine per precedenti di polizia, al quale sono contestati i reati di detenzione e trasporto abusivo di articoli pirotecnici in assenza delle autorizzazioni legittimanti il possesso, fabbricazione e detenzione illegale di manufatti esplodenti non riconosciuti dalle norme in materia.

All’arrivo della Polizia il sito per lo spettacolo pirotecnico era già stato allestito con una serie di fuochi artificiali collegati ad una centralina elettrica per l’accensione che sarebbe avvenuta da lì a breve ad opera del predetto fuochino, alla presenza di molte persone già vicine al luogo posto a limitata distanza da strade pubbliche.

Nell’immediato gli operatori della Polizia  appuravano che il  M. M. era privo di autorizzazioni  per l’esecuzione dello spettacolo  con accensione di fuochi artificiali, della documentazione sulla provenienza e tracciabilità dei materiali esplodenti, nonché di titoli di P.S. per l’acquisto di alcune tipologie di articoli pirotecnici presenti nel sito. Da un primo inventario si rinvenivano circa 50 kg di materiali  con una massa netta esplosiva pari a 20 kg

Gli Agenti, avendo fondato motivo, estendevano le verifiche nell’abitazione.

La perquisizione  eseguita nei locali della casa e nelle pertinenze, consentiva agli Agenti della Squadra Volante e degli Artificieri  di rinvenire una gran quantità di materiali esplodenti e numerosissimi prodotto esplosivi di vario genere, disseminati in particolare nel garage, adibito in modo promiscuo a “tavernetta” (arredata con mobili ed elettrodomestici) e anche a “deposito/laboratorio”.

Su un banco di lavoro attrezzi e materiali comprovano inequivocabilmente la fabbricazione clandestina di prodotti esplodenti non riconosciuti ed omologati alle prescrizioni di legge, come la presenza di alcune  bombe cilindriche tutte prive di conforme etichettatura  di riconoscimento, classificazione ed omologazione CE.

Veniva inoltre, rinvenuto uno scatolo contenente circa 300 grammi di un miscuglio esplosivo denominato polvere nera caratterizzata da forte potere deflagrante anche se usata in minima quantità.

Nello stesso garage ulteriori fattori di rischio erano rappresentati dalla presenza di bombole di gas , materiali infiammabili, elettrodomestici.

Considerate tutte le circostanze e la pericolosità degli artifizi di natura illegale, tutto il materiale rinvenuto nell’abitazione e sul sito di sparo è stato posto sotto sequestro, per un quantitativo complessivo di 150 chilogrammi di materiale pirotecnico di vario genere, e il M. M., su disposizione del P.M. di turno  è stato posto agli arresti domiciliari,  misura convalidata dal Giudice nell’udienza che si è svolta stamani. 


30/08/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/10/2017 14:49:05