Questura di Brescia

  • Via Botticelli n.2 - 25124 Brescia ( Dove siamo)
  • telefono: 03037441
  • email: Consultare "Orari e uffici"

Locali pubblici mascherati da circoli privati

circolo privato

Il circolo privato nel passato veniva  associato al concetto di attività di tipo culturale, come ritrovo deputato alla lettura di testi, alla presentazione di mostre, allo scambio di opinioni.

Attualmente, però, il circolo privato rappresenta, spesso, un altro genere di locale, e viene sovente costituito unicamente per ottenere agevolazioni in materia di licenze e permessi, godendo di norme meno restringenti rispetto a quelle che disciplinano i locali pubblici.

Questo tipo di espediente va a discapito delle imprese che presentano, invece,  regolari richieste e documentazioni presso il Comune, rispettando le normative vigenti e sostenendo i relativi costi di gestione.

Il personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Brescia, nel corso di una serie di controlli ad ampio spettro sulle attività di Brescia e Provincia, ha riscontrato il frequente ricorso all’utilizzo della impropria denominazione “circolo privato”, per ovviare alla mancanza della necessaria licenza di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico rilasciata dal Comune.

Gli accertamenti hanno interessato, in particolare, la zona di San Polino a Brescia ed il Centro Commerciale Brescia 2000 a Roncadelle.

In tutti i casi, grazie alle interviste effettuate alla clientela presente nei locali, è emerso che i frequentatori erano totalmente ignari di essere all’interno di un circolo privato, non conoscevano le finalità per cui fosse stato costituito, né tantomeno, avevano mai partecipato ad un’assemblea di soci o era stata loro rilasciata la tessera di appartenenza. Veniva loro servito da bere, senza scontrino, come fossero soci del circolo, nonostante fossero semplici avventori.

Tutti gli esercizi irregolari  riscontrati, uno a San Polino e tre a Roncadelle, sono stati segnalati ai rispettivi Comuni che, tempestivamente, hanno provveduto a notificare ordinanze di cessazione immediata di attività di somministrazione di alimenti e bevande alcoliche in circolo privato ai non soci.  

Sono state elevate sanzioni amministrative per aver somministrato alimenti e bevande, senza la relativa licenza, per un importo di euro 1.032 per ciascuna delle quattro attività interessate.

Inoltre, per due dei circoli del Centro Commerciale di Roncadelle, sono state elevate sanzioni amministrative per violazioni di carattere igienico sanitario per un importo di euro 2.000 ciascuno.

Di circa 8000 euro, dunque, l’importo totale delle sanzioni.

                                                                                              

 


01/12/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

19/06/2018 20:17:50