Questura di Brescia

  • Via Botticelli n.2 - 25124 Brescia ( Dove siamo)
  • telefono: 03037441
  • email: Consultare "Orari e uffici"

Incendio in via Bocchi: scoperto deposito di droga e arrestato l’affittuario dell’appartamento

Incendio in via Bocchi: scoperto deposito di droga e arrestato  l’affittuario dell’appartamento.

Nel tardo pomeriggio di lunedì 3 luglio, alle ore 11.45, su disposizione della Sala Operativa della Questura, una pattuglia della Squadra Volante raggiungeva via Bocchi in ausilio ai Vigili del Fuoco impegnati nell’estinzione di un incendio divampato al secondo piano di uno stabile.

Presi contatti con il Capo Squadra dei Vigili del Fuoco, i poliziotti apprendevano della necessità di accedere all’appartamento sito al primo piano dello stabile luogo dell’intervento, al fine di verificare se all’interno vi fosse qualcuno da soccorrere.

Dopo accertamenti, si verificava che l’appartamento in questione era abitato da un cittadino albanese risultato essere irreperibile. Tramite la proprietaria dell’alloggio e l’amministratrice del palazzo,  si recuperavano le chiavi della porta dell’abitazione.

Vigili del Fuoco e personale della Polizia di Stato, accedendo nell’accertamento, già all’ingresso avvertivano un forte odore  inequivocabilmente associabile alla Marijuana. Nella camera da letto, infatti, gli operanti notavano uno scatolone lasciato aperto, contenente una grossa busta di cellophane trasparente termosaldata contenente sostanza vegetale di colore verde,  in seguito accertata come marijuana, del peso di 1 chilo e 60 grammi, ed un secondo involucro del peso di 1 grammo circa.

Tale materiale veniva sequestrato e si procedeva alla perquisizione dell’intero appartamento. In un cassetto del comodino, in una busta bianca, veniva trovata, in banconote da 50 e 100 euro, la cifra di 6.500 euro. La perquisizione veniva interrotta dopo pochi minuti, per ragioni di sicurezza, su invito dei Vigili del Fuoco, per le condizioni pericolanti della struttura a causa dell’incendio al piano superiore.      

L’affittuario, V.A., albanese di 31 anni, al momento a casa della fidanzata, veniva rintracciato e convinto a raggiungere l’abitazione per accertare eventuali danneggiamenti. Giunto sul posto, gli veniva comunicato del sequestro del materiale rinvenuto di cui ammetteva di essere il proprietario.

L’albanese veniva, dunque, tratto in arresto per il reato di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio, e tradotto in carcere in attesa di convalida.

Nella giornata successiva, convalidato l’arresto, venivano disposti gli arresti domiciliari.         


07/07/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

17/11/2017 22:19:25