Questura di Brescia

  • Via Botticelli n.2 - 25124 Brescia ( Dove siamo)
  • telefono: 03037441
  • email: Consultare "Orari e uffici"

Polizia di Stato: Operazione della Squadra Mobile volta al contrasto dei reati predatori

Mobile

Nell’ambito dei servizi predisposti dal Questore di Brescia al fine di contrastare i reati di tipo predatorio, in particolare i furti notturni ai danni di attività commerciali, personale della Squadra Mobile ha tratto in arresto tre cittadini moldavi colti nella flagranza di furto all’interno di una ditta di rivendita di materiale da giardinaggio sita nella bassa bresciana:

  • G. A. nato il 18.07.1990 in Moldavia, in Italia s.f.d., sedicente, disoccupato,;
  • S. S. nato in Moldavia l’8.04.1986, residente a Castenedolo, operaio;
  • S. G. nato il 26.02.1985 in Moldavia, residente a Brescia, disoccupato;

L’attività investigativa prendeva avvio dal controllo, avvenuto nei giorni precedenti, di uno dei componenti del gruppo criminale, che un equipaggio della Volante della Questura sorprendeva alla guida in furgone rubato ed in possesso di attrezzi atti allo scasso.

Gli investigatori della squadra mobile, ritenendo che il soggetto potesse far parte di una banda specializzata nei furti a danno di imprese commerciali, avviava una meticolosa attività di osservazione e pedinamento che permetteva, in primo luogo di  identificare ulteriori componenti della presunta batteria.

La sera del 22 dicembre, gli operatori di polizia, sempre attraverso i servizi di pedinamento, osservavano il gruppo sostarsi, con macchine pulite, nella  zona di Verolanuova, dove, anche a causa della nebbia, venivano inizialmente persi di vista.  

Intuito, comunque, che potessero colpire nella zona industriale, riuscivano, durante il pattugliamento, a rintracciare nuovamente una delle autovetture in uso alla banda regolarmente parcheggiata.

Dopo alcune ore di appostamento, sopraggiungeva nel parcheggio un furgone commerciale, dal quale scendevano gli stranieri che subito dopo tentavano di allontanarsi a bordo dell’autovettura.

A qual punto scattava immediatamente l’intervento dei poliziotti, che riuscivano subito a bloccare uno dei soggetti. L’uomo che si era posto alla guida dell’auto, però, al fine di guadagnarsi la fuga, tentava di investire gli operatori, uno dei quali rimaneva effettivamente ferito ad un piede.

Ne scaturiva un ulteriore inseguimento fino a Brescia, dove venivano tratti in arresto ulteriori due componenti del gruppo.

Gli accertamenti svolti nell’immediatezza permettevano di verificare la provenienza furtiva del materiale a bordo del furgone (utensili da giardinaggio del valore di circa 20.000 euro). Lo stesso furgone è risultato essere lo stesso già controllato dalla volante nei giorni precedenti e nel frattempo restituito al legittimo proprietario e, quindi, nuovamente trafugato.

La perquisizione effettuate sull’autovettura fuggita ed in seguito sequestrata, permetteva di rinvenire e sequestrare alcuni attrezzi atti allo scasso e circa 300 euro ritenuti proventi di furo.

I tre cittadini moldavi venivano, quindi, associati al carcere Canton Mombello dove si trovano tuttora ristretti in ragione del provvedimento del GIP di Brescia di convalida dell’arresto ed applicazione della misura cautelate in carcere.


29/12/2016

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

22/11/2017 09:53:54