Questura di Biella

  • Via Sant`Eusebio 5/A - 13900 Biella ( Dove siamo)
  • telefono: Centr. 0153590411 Passaporti 599 Immigrazione 567
  • email: Uff. Gabinetto gab.quest.bi@pecps.poliziadistato.it Personale Questore questore.bi@poliziadistato.it

IDENTIFICATI DALLA SQUADRA MOBILE DELLA QUESTURA DI BIELLA I MEMBRI DELLA BANDA DEDITA ALLA CLONAZIONE DI BANCOMAT

mobile clonazione bancomat

IDENTIFICATI DALLA SQUADRA MOBILE DELLA QUESTURA DI BIELLA I MEMBRI DELLA BANDA DEDITA ALLA CLONAZIONE DI BANCOMAT E CARTE DI CREDITO ATTRAVERSO L’INSTALLAZIONE DEI C.D. SKIMMER”, PROVENIENTI DALL’EST EUROPA.

Negli ultimi giorni venivano denunciate, dai servizi di sicurezza bancaria di questa provincia, presso gli uffici della squadra mobile, diverse manomissioni di sportelli A.T.M. mediante l’applicazione di c.d. “SKIMMER”, dispositivo elettronico atto a copiare i dati delle carte bancomat e/o di credito, in danno di ignari clienti che si sarebbero recati ad effettuare normali operazioni allo sportello A.T.M.

Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Biella, diretti dal Commissario Capo Marika VISCOVO, avviavano un’attività d’indagine, raccogliendo indizi e spunti investigativi, e, in particolare, attraverso l’analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza, individuavano i due responsabili, soggetti provenienti dall’Est Europa, non noti al personale operante, aventi in uso delle biciclette durante la commissione dei reati.

Nella giornata del pomeriggio del 16 c.m. gli uomini della Mobile, nel corso dell’incessante attività di monitoraggio delle zone interessate dall’attività criminosa, notavano due soggetti in bicicletta, riconosciuti come i due individui visti nelle immagini, recarsi presso uno sportello A.T.M. locato presso il centro Commerciale gli “ORSI” di Biella. Al fine di prevenire il protrarsi di ulteriori azioni delittuose, i due soggetti venivano bloccati mentre erano intenti ad armeggiare dinanzi allo sportello ATM con un carta di credito di probabile origine fraudolenta.

Nel corso del controllo i due soggetti venivano compiutamente identificati in due cittadini di nazionalità Bulgara K. N. S. di anni 36 e N. D. N. di anni 27, con “base logistica” in un comune dell’hinterland Biellese presso la residenza della madre di uno dei due soggetti. All’interno di detta abitazione, a seguito di perquisizione eseguita dagli investigatori della Squadra Mobile, veniva rinvenuto e sequestrato materiale elettronico utilizzato per la preparazione e l’installazione dei c.d. Skimmer, nonché personal computer, telefoni cellulari di sicuro interesse investigativo appartenenti ai due malfattori, e l’abbigliamento in uso agli stessi al momento della commissione dei fatti di reato.

L’attività investigativa, di non facile esecuzione poiché caratterizzata da un particolare “modus operandi” posto in essere dai due soggetti coinvolti, i quali per i trasferimenti presso gli sportelli A.T.M. ove istallare i c.d. “SKIMMER”, eseguiti in diverse fasce orarie, che variavano dalla profonda notte alle prime ore del mattino, utilizzavano come mezzo di locomozione due   biciclette, con le quali oltre a passare inosservati, non lasciando così traccia di eventuali numeri di targa da poter utilizzare per fini investigativi, consentiva di deferire in stato di libertà alla competente A.G. i soggetti di cui sopra  per i reati di cui agli artt. 81, 110, 56- 615 ter c.p. ( tentato accesso abusivo ad un Sistema informatico) e art. 617 quinquies c.p. (installazione  di apparecchiature atte ad intercettare, comunicazioni informatiche o telematiche).


24/08/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

24/09/2018 11:48:40