Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 Arezzo ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • fax: 0575400477
  • email: gab.quest.ar@pecps.poliziadistato.it

COMUNICATO STAMPA

Il Questore della provincia di Arezzo ha emesso nove provvedimenti di DASPO (Divieto di accesso alle manifestazioni sportive), di durata compresa dai due ai cinque anni, nei confronti di altrettanti tifosi del Rimini, a seguito dei gravi incidenti verificatisi in due distinte circostanze in occasione della partita di calcio tra le compagini del Montevarchi e del Rimini disputatasi nel decorso mese di aprile.

 

            In ambedue le situazioni i tifosi del Rimini Calcio lanciavano oggetti (sedie, bottiglie, contenitori in metallo) in direzione della tifoseria locale e alcuni dipendenti della Polizia di Stato,  in servizio di OP  e  costretti ad intervenire per ripristinare l’ordine, venivano colpiti dal materiale scagliato.

 

            Durante l’incontro, all’interno del settore loro dedicato, venivano altresì accesi dei fumogeni non consentiti sempre da parte dei riminesi.

 

            Nei disordini di cui sopra  alcuni operatori  della Polizia di Stato  riportavano ferite per le quali hanno dovuto ricorrere alle cure dei Sanitari.

 

            Le indagini della squadra Anticrimine del Commissariato di P. S. di Montevarchi, condotte in collaborazione con l’Ufficio   DIGOS della Questura di Rimini e supportate dalle  video riprese effettuate nella circostanza da personale della Polizia Scientifica della Questura di Arezzo,  consentivano di identificare gli autori dei fatti di violenza che venivano deferiti per vari reati, tra cui rissa, porto di armi ed oggetti atti ad offendere e resistenza e violenza a P.U.

 

            In conseguenza di ciò, veniva opportunamente interessata la Divisione Anticrimine della Questura di Arezzo che, a seguito di rapida istruttoria, predisponeva i  provvedimenti di DASPO, di durata compresa dai due ai cinque anni, i quali, dopo la firma del Questore di Arezzo, venivano notificati agli autori delle citate condotte criminose a cura della Questura romagnola.

 

                In particolare, dei nove provvedimenti di DASPO, cinque sono stati corredati anche dall’obbligo di firma, e venivano pertanto convalidati dal GIP di Arezzo, su conforme  richiesta della locale Procura della Repubblica in quanto i rispettivi destinatari risultavano in passato essere già stati colpiti da analoghi provvedimenti.


12/06/2018

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

20/10/2018 23:33:27