Questura di Arezzo

  • Via Filippo Lippi snc - 52100 Arezzo ( Dove siamo)
  • telefono: 05754001
  • fax: 0575400477
  • email: gab.quest.ar@pecps.poliziadistato.it

Detenere le armi ereditate: erede privo di valido porto d’armi

L’erede privo di valido porto d’armi che intende entrare in possesso delle armi appartenute al defunto dovrà preventivamente richiedere il nulla osta all’acquisto delle armi per eredità.

Si raccomanda di contattare preventivamente l’Ufficio preposto a ricevere la successiva denuncia di detenzione, o l’ufficio armi della Questura, per escludere problematiche legate alla tipologia delle armi in eredità, al numero massimo di armi detenibili e per informazioni circa le modalità di trasporto (limiti numerici, tragitto, mezzi di trasporto, custodia, ecc..).

Il nulla osta all’acquisto armi ha una validità di 30 gg. dalla data di emissione ed abilita anche all’eventuale trasporto delle armi in esso indicate dal luogo di detenzione del defunto a quello dell’erede.

Dopo aver acquisito le armi è necessario denunciarne la detenzione entro 72 ore consegnando la denuncia di detenzione delle armi del defunto (se rinvenuta), la dichiarazione sostitutiva del certificato di morte e, se si detengono già altre armi, la precedente denuncia di detenzione. In presenza di altri eredi non interessati alle armi, è necessaria la rinuncia all’eredità delle armi sottoscritta da quest’ultimi; in caso frazionamento delle armi tra più eredi, tutti dovranno essere concordi sulla suddivisione delle armi.


Altre risorse:

Il nulla osta acquisto armi

Detenere le armi ereditate: erede con porto d’armi in corso di validità

Rinunciare alle armi in eredità: cessione ad altra persona o consegna in Questura per la rottamazione

 

 

                                                                                                                                                    Home - modulistica e servizi


05/06/2018

16/10/2018 19:25:03