Questura di Ancona

  • Via G. Gervasoni n.19 - 60129 Ancona ( Dove siamo)
  • telefono: 07122881
  • email: gab.quest.an@pecps.poliziadistato.it

COLTIVAVA MARIJUANA - SPAGNOLO ARRESTATO DALLA MOBILE

MARIJUANA

SEQUESTRATA UNA MAXI PIANTAGIONE

Dopo circa due mesi di attività investigativa, i poliziotti della squadra Mobile di Ancona, Sezione Antidroga, sono riusciti ad individuare l’immensa piantagione di marijuana che riforniva gran parte dei pusher della provincia di Ancona.

In tutto 101 chilogrammi di marijuana coltivata in 16 piante alte fino a tre metri. Un germoglio particolare quello coltivato da O.O.M., lo spagnolo di 55 anni che ha importato in Italia questo seme di marijuana il quale, oltre a sviluppare piante di “Maria” di notevole altezza,  permette di ricavare una  droga di intensità molto superiore a quella tradizionale.

Ed è proprio grazie a queste caratteristiche qualitative che la voce si era sparsa nel distretto di Ancona e provincia dove la marijuana di O.O.M. veni va acquistata da numerosi pusher i quali, successivamente, la preparavano in dosi per la vendita al dettaglio agli adolescenti ma non solo.

Gli investigatori della Squadra Mobile che ieri hanno fanno il bliz nella casa colonica  Casa dell’uomo, sono convinti che questa droga era venduta oltre che ad Ancona, anche a Senigallia, Jesi, Osimo ecc.

Insomma una “Maria” dalle prestazioni superiori. Era così che l’aveva definita un assuntore qualche mese fa quando era stato fermato dalla Polizia con qualche grammo in tasca per uso personale, aggiungendo che “era roba buona quella della piantagione”; non sapeva nemmeno lui a cosa si riferisse “della piantagione”, ma ormai, qualcuno aveva cominciato a diffondere il nomignolo in giro per contraddistinguere quel prodotto così “buono” dagli altri in giro nel mercato.

Pochi indizi per capire che si trattava di una partita “outsider”, ma gli investigatori della Polizia di Stato hanno cominciato a cercare “lo spagnolo” che, secondo quanto intuito, trattavasi di un grosso fornitore dimorante nelle campagne della provincia.

Qualche giorno fa, grazie ad uno dei numerosissimi controlli effettuati sul territorio e voluti in modo serrato dal Questore della provincia di Ancona Oreste Capocasa, un’auto della Polizia di Stato della Questura ha fermato un uomo di origine spagnola. Successivamente, gli agenti della Mobile, analizzando i dati dei controlli si convincevano dopo numerosi accertamenti  che, l’uomo fermato, poteva essere lo spagnolo da tempo attenzionato. Dopo vari pedinamenti  e appostamenti che hanno richiesto numerose ore di sacrificio, gli agenti sono riusciti a capire in che zona poteva dimorare. Si trattava di una casa di campagna isolata con annesso un appezzamento di terra completamente adibito a piantagione di marijuana.

Nelle prime ore del pomeriggio di ieri i poliziotti, una volta capito con assoluta  certezza di quale casa colonica si trattasse, hanno fatto irruzione prima in casa di O.O.M. poi nella corte. Qui si sono trovati dinanzi una piantagione di marijuana, molto fitta, composta da 16 piante alte circa tre metri.

All’interno dell’abitazione, invece, è stata sequestrata una discreta quantità di olio di essenza di marijuana” utilizzata per “fumare l’erba” mediante sigarette elettroniche, nonché qualche grammo di marijuana sfusa.

Visti i gravi riscontri probatori a accertati, O.O.M. veniva tratto in arresto per coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente nonché per possesso ai fini di spaccio di olio di essenza e un involucro di marijuana sfusa.

Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, l’uomo veniva associato presso il carcere di Montacuto a disposizione dell’autorità giudiziaria procedente.

 

 

 


29/09/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

17/12/2017 07:09:08