Questura di Alessandria

  • Corso Lamarmora n.71 - 15121 Alessandria ( Dove siamo)
  • telefono: 0131310111
  • fax: 0131310666
  • email: gab.quest.al@pecps.poliziadistato.it

Arrestato dalla Polizia di Stato il cittadino albanese evaso dal carcere di Alessandria il 17 marzo scorso

Un arrestato dalla Squadra Mobile di Salerno

La polizia di Stato, intorno alle ore 15.00 della giornata di ieri, a conclusione di una prolungata e complessa attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano, ha tratto in arresto il latitante MIRRA Besnic, nato il 01.01.1982 in Albania, rintracciato mentre era nascosto in uno stabile in disuso sito all’interno del campo nomadi di via Bonfadini, a Milano. In particolare il personale della Squadra Mobile della Questura di Alessandria, unitamente a personale della Squadra Mobile di Milano, del Commissariato “Mecenate”, con il supporto delle squadre del Reparto Mobile e i nuclei del Reparto Prevenzione Crimine di Milano, faceva irruzione all’interno del predetto campo nomadi ove l’evaso aveva trovato riparo.

L’uomo, ammesso ai lavori esterni al carcere, era evaso, scavalcando una recinzione, il 17 marzo u.s. dalla Casa Circondariale “Cantiello e Gaeta” di Alessandria, dove stava scontando la pena di anni 14 e mesi 6 di reclusione, con fine pena nel 2024, perché condannato per rapina e altri gravi reati di natura predatoria.

Il Mirra era già evaso nel gennaio 2001 dalla casa Circondariale di Macerata, ove si trovava ristretto sempre in conseguenza di condanne per reati di natura predatoria. In quella circostanza era stato localizzato da personale della Squadra Mobile della Questura di Lecco, sempre a Milano, in compagnia di un connazionale anch’egli latitante

Sin dal giorno dell’evasione la Squadra Mobile alessandrina aveva avviato un’articolata attività di indagine, monitorando i fiancheggiatori del catturando, grazie a cui si riusciva ad accertare che lo stesso aveva, nel frattempo, trovato rifugio nel predetto campo nomadi sito nel capoluogo lombardo e stava organizzando la sua fuga, avvalendosi dell’ausilio di altri connazionali dimoranti all’estero, che sarebbero arrivati di lì a poco per prelevarlo e condurlo fuori dai confini nazionali.

In ragione di ciò, nel primo pomeriggio, si decideva di intervenire e dopo aver circondato e posto in sicurezza il campo nomadi, gli agenti riuscivano a localizzare il catturando nascosto in un fabbricato in stato di abbandono.

Il Mirra veniva quindi rintracciato e arrestato senza che potesse opporre alcuna resistenza.

Al termine delle formalità di rito, dopo esser stato condotto presso gli uffici della Squadra Mobile milanese, il catturando veniva ristretto nella Casa Circondariale di San Vittore.

 


07/04/2017

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

24/04/2017 18:59:20