Questura di Rimini

  • Corso D`Augusto n.192 - 47900 RIMINI ( Dove siamo)
  • telefono: 0541436111
  • fax: 0541436777
  • email: urp.quest.rn@pecps.poliziadistato.it

Prosegue l’attività di contrasto al degrado e spaccio di sostanze stupefacenti

Prosegue l’attività di contrasto al degrado

Prosegue l’attività di contrasto al degrado e spaccio di sostanze stupefacenti

Nella mattinata odierna alcuni operatori dell’U.P.G.S.P. di Rimini, del Reparto Prevenzione Crimine e dei Cinofili di Bologna, aiutati dal fedele Pastore Tedesco IRVIN, hanno predisposto un servizio finalizzato al contrasto del degrado e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Alle ore 09.00, all’interno di una pertinenza di uno stabile abbandonato ubicato in via Duca degli Abruzzi, confinante con il parco Marecchia, si è proceduto al controllo di eventuali persone che occupavano l’area predetta, riscontrando la presenza di alcuni cittadini extracomunitari irregolari.

Nell’occasione sono state identificate 10 persone, di cui 6 accompagnate in Questura per accertamenti sulla loro identita’.

Tutti e 6 ( 1 cittadino del Gambia, 1 del Gana, 3 del Senegal, 1 del Kenya) sono stati denunciati per immigrazione clandestina.

Uno di questi, un senegalese di venticinque anni, poi identificato per F.T., è stato arrestato perché trovato in possesso di 50 g. di marjiuana, detenuta ai fini di spaccio.

Il giovane, alla vista dei poliziotti, usciva da un cespuglio e percorrendo un paio di metri cercava di nascondersi all’interno di una tenda, immediatamente raggiunto dagli operatori di polizia che procedevano alla sua identificazione.

Il Pastore tedesco IRVIN, girovagando sia all’interno che all’esterno dello stabile, segnalava immediatamente la presenza di un involucro di cellophane di colore nero contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana, proprio sotto la tenda dove si era sistemato il F.T..

Recuperato l’involucro il cane veniva ancora attratto dall’odore proveniente dal cespuglio adiacente alla tenda, dal quale pochi attimi prima era stato visto uscire il F.T.. Gli operatori, allertati dal comportamento del cane cercavano nel cespuglio in questione e trovavano, occultati tra la vegetazione, 5 involucri di marjiuana, che unitamente alla precedente aveva un peso pari a 50 gr.

Il cittadini senegalese, il quale aveva già precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti,  verrà sottoposto a giudizio direttissimo domani mattina.

Gli altri 5 oltre ad essere denunciati per immigrazione clandestina sono stati espulsi.

Nell’ambito di tale operazione, nelle vicinanze del luogo ove sono state rintrecciati i soggetti di cui sopra sono stati trovati altri 50 g di marjiuana, sequestrati a carico di ignoti, non potendosi accertare la loro proprietà.

Sempre nell’ambito di tale intervento, si è salvato un cane di circa 4 mesi, legato ad una catena di circa mezzo metro.

Tale catena, oltre ad avere una lunghezza tale da impedire all’animale di muoversi, cingeva il collo del cucciolo impedendo allo stesso di respirare.

Il cane, privo di acqua, veniva tenuto all’interno di una baracca di lamiera, esposta al sole.

Il proprietario del cane, il cittadino nigeriano, è stato denunciato per maltrattamenti contro gli animali.

Gli operatori, nonostante il trambusto dell’operazione, hanno trovato il modo ed il tempo per prestare le prime cure al cucciolo, debilitato per le condizioni in cui stava vivendo.

Dopo essere stato rifocillato, il cucciolo è stato portato in Questura

 


13/06/2019

Categorie

Servizi

  Permesso di soggiorno

Controlla il permesso di soggiorno online.

  Bacheca Oggetti Rubati

Ricerca oggetti rubati o rinvenuti.

  Dove siamo

Gli uffici della Polizia di Stato.

  Scrivici

Risposte alle tue domande.

18/06/2019 19:25:51