Questura di Piacenza

Il logo della Questura Piacenza

Il Questore - Viale Malta, 10/C - 29121 Piacenza

  • telefono: 0523397111
  • fax: 0523397777

Il lasciapassare per i minori di 15 anni

Vacanza

In seguito a recenti disposizioni ministeriali mirate a disciplinare la materia in modo uniforme a livello nazionale, è stata modificata la procedura per il rilascio del lasciapassare per l’espatrio dei minori di 15 anni. Il documento ora viene redatto su un foglio in formato A4, contenente da un lato i dati di anagrafici del minore e sul retro la convalida per l’espatrio in più lingue. I nuovi lasciapassare hanno una validità massima di 12 mesi.

Come ottenere il lasciapassare

I genitori - o i tutori - richiedenti dovranno recarsi presso il Comune di residenza, muniti di due foto tessera del minore, per ottenere il certificato di nascita e cittadinanza. Nella circostanza l'incaricato del Comune provvederà anche all’autentica della foto e delle firme per l’assenso all’espatrio.

In seguito il documento verrà inviato, a cura del Comune, all'Ufficio Passaporti della Questura che provvederà ad apporre la convalida per l'espatrio. Non sarà quindi più necessaria la presenza del minore e dei genitori in Questura. A procedura ultimata, salvo accordi differenti, il lasciapassare verrà spedito nuovamente al Comune di residenza per il ritiro.

Contestualmente alla richiesta del documento in Comune (o all'Ufficio Passaporti della Questura se in un secondo tempo) i due genitori potranno eventualmente sottoscrivere un'ulteriore "dichiarazione di accompagno" qualora il figlio - se minore di 14 anni - dovesse viaggiare all'estero accompagnato da una persona diversa da loro. Tale accompagnatore, qualora non presente al momento della firma di questa dichiarazione, dovrà a sua volta sottoscrivere un apposito modulo dove conferma la propria disponibilità, accompagnato dalla fotocopia di un documento d’identità. Su entrambe le dichiarazioni dovrà essere indicato lo stato estero di destinazione.

Dove è possibile viaggiare con il lasciapassare?

Per fare chiarezza sull'elenco delle nazioni che accettano questo lasciapassare per l'ingresso nel loro territorio, il Ministero degli Affari Esteri sta svolgendo delle verifiche specifiche.

Attualmente è stato chiarito che il documento è sicuramente valido per l'ingresso in AUSTRIA, CIPRO (6), CROAZIA (1-6), IRLANDA, LETTONIA, LITUANIA, NORVEGIA, ROMANIA, SPAGNA, SVEZIA (2), SVIZZERA e TURCHIA (3).

Le autorità di BOSNIA-ERZEGOVINA, ESTONIA, ISLANDA, MAROCCO, MAURITIUS, REPUBBLICA DI MACEDONIA, REPUBBLICA SLOVACCA e UNGHERIA hanno invece chiarito di non ritenere tale documento valido per l'ingresso nei rispettivi territori.

Si è tuttora in attesa di informazioni certe da parte delle autorità di quei paesi che non figurano fra quelli sopra riportati, per quanto risulti che il lasciapassare dovrebbe essere accettato anche da BELGIO, DANIMARCA (4), FRANCIA, GERMANIA, GRAN BRETAGNA, GRECIA, LIECHTENSTEIN, MALTA, OLANDA, POLONIA, PORTOGALLO, PRINCIPATO DI MONACO, SLOVENIA E TUNISIA (5). In ogni caso si sottolinea che la richiesta del lasciapassare comporta l’esplicita accettazione dell'eventualità che le autorità del paese di destinazione potrebbero non riconoscere la validità del documento ai fini dell'ingresso nel loro stato.

  1. E' valido solo se i minori sono accompagnati dai genitori o persone espressamente delegate e munite di atto di assenso specifico per questo paese;
  2. E' valido solo se è indicato espressamente il possesso della cittadinanza italiana;
  3. E' valido solo per l'attraversamento delle frontiere internazionali aeroportuali e marittime e per le frontiere terrestri con Grecia e Bulgaria;
  4. E' valido solo se i minori sono accompagnati dai genitori;
  5. E' valido solo nell’ambito di viaggi turistici organizzati;
  6. Lo stato di destinazione deve essere indicato espressamente sul lasciapassare.

[Categoria: AttualitÓ]

Pubblicato il: 01 July 2010

Documenti

Link