Questura di Milano

Il logo della Questura Milano

Il Questore - Via Fatebenefratelli, 11 - 20121 Milano

  • telefono: 0262261
  • email: urp.quest.mi@pecps.poliziadistato.it

Permesso di soggiorno

Permesso di soggiorno

A decorrere dall’11 dicembre 2006, presso tutte le province del territorio nazionale, ha preso avvio il progetto finalizzato alla semplificazione delle dinamiche operative connesse al rilascio/rinnovo dei titoli di soggiorno anche in formato elettronico.

Pertanto, a partire da tale termine, le istanze volte al rilascio/rinnovo dei titoli di soggiorno per motivi di affidamento - attesa occupazione - attesa riacquisto cittadinanza - asilo politico (richiesta di rinnovo) – permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (già carta di soggiorno per stranieri) - famiglia - famiglia minore 14/18 anni - lavoro autonomo - lavoro subordinato - lavoro sub-stagionale - lavoro ai sensi dell'art. 27 del d.l.vo 286/98 e successive modifiche - missione - motivi religiosi - residenza elettiva - ricerca scientifica - status apolidia (richiesta di rinnovo) - studio - tirocinio formazione professionale, nonche' le richieste relative alla conversione del permesso di soggiorno (da altra tipologia a lavoro subordinato, autonomo, famiglia, studio, residenza elettiva), al duplicato permesso/permesso di lungo periodo ed all'aggiornamento del permesso/permesso di lungo periodo (cambio domicilio, stato civile, inserimento figli, cambio passaporto) dovranno, in via esclusiva, essere presentate presso gli uffici postali espressamente abilitati (indicati nei siti www.portaleimmigrazione.it, www.interno.it e www.poste.it).

Continueranno, altresì, ad essere accettate, esclusivamente, presso la Questura (vedi orari e competenze territoriali….) le istanze volte al rilascio/duplicato/aggiornamento (cambio domicilio, stato civile, inserimento figli, cambio passaporto), e le correlate richieste di conversione delle sottonotate autorizzazioni al soggiorno:  cure mediche, motivi umanitari, asilo politico (richiesta di rilascio), minore eta', giustizia, status apolidia (richiesta di rilascio), integrazione minore e vacanze lavoro. Le istanze connesse a qualsiasi ulteriore tipologia di soggiorno della quale non e' stata fatta esplicita menzione dovranno essere depositate presso la Questura ivi comprese le istanze di rilascio del permesso di soggiorno per famiglia ai sensi dell' art. 19 del d.l.vo 286/98 e successive modifiche. Le istanze concernenti il rinnovo di tale, ultima, tipologia dovranno, invece, essere acquisite attraverso il canale postale e secondo le indicazioni contenute nella specifica modulistica.

I kit, appositamente predisposti per l'inoltro delle domande, sono reperibili, gratuitamente, presso tutti gli uffici postali presenti sul territorio nazionale (14.000) e contengono il modello 209 modulo "1" ed il modello 209 modulo "2", i quali sono destinati alla richiesta di rilascio/rinnovo dei titoli di soggiorno da depositare presso gli sportelli postali.

La presentazione delle istanze, invece, avra' luogo unicamente presso gli uffici postali abilitati (5.332) ove, all'atto dell'accettazione della pratica, sara' rilasciata (previa identificazione dell'istante) una ricevuta, provvista di elementi di sicurezza che assume la stessa valenza del modulo tradizionale e consente allo straniero (munito della copia originale dell'autorizzazione) di godere dei medesimi diritti connessi al possesso del titolo di soggiorno secondo i limiti enunciati nella direttiva del signor ministro "sui diritti dello straniero nelle more del rinnovo del permesso di soggiorno" datata 5 agosto scorso (circolare nr. 400/C/2006/400272/P/12.214.3.2/II DIV del 9.08.2006). La ricevuta in argomento dovra' essere esibita unitamente al passaporto o al titolo di viaggio equipollente ovvero, nelle ipotesi di rinnovo del titolo di soggiorno, congiuntamente al predetto titolo in scadenza o scaduto di validità. Si evidenzia che la stessa dovra' essere in possesso di ogni singolo istante (compresi il coniuge ed i minori non iscritti sui titoli di soggiorno dei genitori) e consentirà, peraltro, agli utenti interessati di conoscere - mediante una userid (numero codice ologramma) e una password (numero codice assicurata) - lo stato di lavorazione della domanda individuale (il portale www.portaleimmigrazione.it).

Inoltre, contestualmente alla spedizione del KIT, l’interessato riceverà l’invito a recarsi presso l’ufficio di Polizia competente per territorio per il disbrigo le relative incombenze.

Si ricorda che lo straniero che ha spedito la richiesta di rinnovo del titolo di soggiorno, nelle more del rinnovo, potrà lasciare il territorio nazionale e farvi regolare rientro alle seguenti condizioni:


1. lo straniero dovrà esibire il passaporto, o il documento d’identità equipollente, la ricevuta di Poste della presentazione dell’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno oppure della carta di soggiorno, originale del titolo di soggiorno scaduto o del quale è stato chiesto l’aggiornamento;

2. il personale preposto ai controlli di frontiera apporrà il timbro di uscita oltre che sul passaporto anche sulla predetta ricevuta;

3. il viaggio non dovrà prevedere il transito in altri paesi Schengen.

MODELLO CARTACEO E PERMESSO SOGGIORNO ELETTRONICO.

I processi innovativi in esame prevedono l'adozione del titolo di soggiorno in formato elettronico (P.S.E.), documento che deve essere emesso nei casi di autorizzazioni al soggiorno di durata superiore a tre mesi ivi compreso il permesso CE di soggiornante di lungo periodo (già carta di soggiorno)  per cittadini stranieri.

Resterà in vigore, pertanto, il tradizionale modello cartaceo, attualmente in uso, per il rilascio della carta di soggiorno per i familiari del cittadino comunitario non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea (D.Lgs nr. 30/2007)



Da ultimo si ricorda che la documentazione da presentare in Questura presso l'Ufficio Immigrazione o presso le atri sedi competenti, per l'acquisizione della Smart Card dovrà essere corredata da 4 fotografie formato tessera (con fondo bianco) per ogni richiedente, ricevuta di pagamento, fissato con apposito decreto del ministero dell'economia e delle finanze del 4 aprile 2006, di € 27,50 da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr. 67422402, intestato al dipartimento del tesoro del citato dicastero - (causale: rilascio carta/permesso di soggiorno elettronico) - e reperibile, prestampato, in tutti gli uffici postali.

[Categoria: Servizi]

aggiornato in data 29 ottobre 2011

[Categoria: Servizi]

Pubblicato il: 16 October 2007